2019-01-12 Dio non si irride: ciascuno raccoglierà quello che avrà seminato (Galati 6,7)

Durante la Santa Messa vespertina, odo nel mio cuore: e la Voce del Signore è particolarmente chiara, autorevole e ferma:

 

"Sabrina, ascoltaMi. Io sono Cristo."

 

(pausa)

 

"... Tuttavia se quell'uomo, che fischia, e gli altri vostri vicini, e la proprietaria non la smettono di trattarvi peggio di carta straccia, ecco: sappi che Io li maledirò (Marco 11,12-14 e Matteo 25,41).

E il male grave che tutti loro vi hanno fatto ricadrà sui loro figli (Esodo 20,5)."

 

"Va' in pace."

 

***

 

"Sabrina, ancora non ho finito.

Io sono Cristo.

Sono colmo della Mia Santa Ira, dopo oltre un anno di torture morali che subite là ove abitate."

 

"Sono qui, adesso, Io, Somma Verità, per rispondere alle femmine pettegole e morbose del paese ove tu risiedi attualmente.

Esse, infatti, vogliono sapere con quanti uomini tu intrattieni relazioni sessuali."

 

"Ecco, Silvia, a te e alla tua socia in perfidia e malizia, Io, Cristo Signore, oggi pubblicamente rispondo: da quasi diciannove anni, e cioè dal giorno del suo Matrimonio - in chiesa - con Angelo, la Mia diletta Sabrina ha conosciuto - nel senso biblico del termine - soltanto lui."

 

(pausa significativa)

 

"Ho finito."

 

"Sabrina, va' in pace. Amen".

 

Locuzioni interiori ricevute sabato 12 gennaio 2019, nel corso della Santa Messa nella Festa del Battesimo del Signore, in chiesa.

 

 


Comments