2018-11-10 I Comandamenti di Dio sono immutabili

Ai ministri di Cristo Signore: "Non siate vili. Abbiate il coraggio della Verità!"

Poco dopo che, per l'ennesima volta in tempi recenti, il sacerdote - durante la Santa Messa, e precisamente prima dell'atto penitenziale - ha esortato i presenti ad avere fiducia in papa Francesco (!?), odo nel mio cuore:

"No, Sabrina. Né tu, né gli altri Miei figli, che vogliono essere Miei veri discepoli, dovete dare fiducia a colui - quell'impostore e quel menzognero, e nemico della Mia Verità - che occupa al presente il soglio di Pietro: Francesco."

(pausa significativa)

"Piuttosto, ricordate sempre, o figli amati, che i giusti e rettissimi COMANDAMENTI DI DIO non mutano col trascorrere del tempo e nel susseguirsi delle epoche umane."

(pausa)

"Io, il Signore, sono IL SANTO, e L'IMMUTABILE, da sempre e per sempre. Amen. (Malachia 3,6)"

(pausa significativa)

"Qui in San Vittore, come in molte altre chiese d'Italia, una parte non esigua dei Miei ministri si è rammollita: sono diventati pavidi e troppo timidi, e così asservono se stessi, senza troppi scrupoli, alle falsità del bergoglismo e del neo-modernismo."

(pausa)

"Va' in pace".

Locuzioni interiori ricevute il 10 novembre 2018 - memoria liturgica di San Leone magno, papa - in chiesa.