2013-01-12 Messaggio del Sacro Cuore di Gesù a riguardo di Medjugorje

“O diletta, Io sono Cristo Signore. Amen.”

“AscoltaMi. Amen.”

“…”

(pausa)

“Questa notte Io ho da dirti, o Sabrina …, un Messaggio importante. Amen.”

(pausa)

“Ora dunque, Io ti ho già detto, e in più di una occasione, o eletta e cara anima, che LA MIA MADRE, la Regina della vera PACE, appare a Medjugorje. Amen.”

(pausa)

“Questo però - come ti ha detto di recente, e giustamente, un Mio sacerdote - non significa che sia tutto, e sempre e solo oro, quello che luccica. Amen.”

(pausa significativa)

“Con questo intendo stanotte – per altro, notte per Me di GRANDI, mistiche SOFFERENZE, amen - … con questo intendo stanotte dirti due cose, o diletta e cara anima:

- la prima è questa: Mi dispiace molto che, spesso, i pellegrini che si recano a Medjugorje – luogo di grazia e oasi di pace per il cuore del cristiano che è veramente contrito – là vi trovino, oltre al cibo genuino dei veri Messaggi e ammonimenti materni di Mia Madre benedetta, amen, anche il cibo avvelenato di satana e dei falsi profeti – come Stefania Caterina, amen –, i quali falsi profeti non professano – e come lo potrebbero? – la vera Fede, ma piuttosto insegnano dottrine false, dottrine ed insegnamenti new age ed ufologici, traendo purtroppo in inganno molte anime, che - come ho già avuto modo di dirti in altre occasioni - possono più facilmente cadere vittime dei tranelli satanici, poiché – ahimè! che guaio interiore è questo, o Sabrina! – troppo ignoranti nella VERA FEDE e nella Dottrina Cristiana Cattolica esse sono. Amen.”

(pausa significativa)

“- E la seconda …”

A questo punto, c’è un breve contenuto privato.

Gesù Cristo è molto serio:

“Questa notte, Sabrina, Io vengo a chiederti di esporti, ancora una volta, alla sofferenza morale dell’incomprensione – ma non per parte di tutti i Miei figli, i cristiani, ovviamente – per Mio amore …”

- E così sia, o mio Signore. -

“Dunque, Sabrina, la seconda cosa seria che voglio dire stanotte, e che inerisce Medjugorje, è questa: è una domanda, che porgo in primis ai sei veggenti di Medjugorje e poi anche ai responsabili primi di quelle relative associazioni che, periodicamente o meno, organizzano per loro – e, prima ancora che per loro, per la Mia Madre, la Regina della Pace – incontri di preghiera nei palazzetti dello sport, ad esempio. Incontri ai quali, solitamente, partecipano anche migliaia di persone.”

(pausa)

“E la domanda è questa – che Io porgo primariamente per aiutare la Mia Chiesa nel retto discernimento su questo fenomeno mistico (nota: cioè Medjugorje) e su vari fattori, di rilievo, ad esso connessi; ed anche perché la Mia Santa Chiesa Cattolica, soprattutto nelle persone che a questo sono in modo particolare e precipuo preposte, possa anche raddrizzare “eventuali” storture. -

Ora - virilmente ti dico - la domanda è questa: E’ VERO O NON E’ VERO CHE PER PRESENZIARE AI SUDDETTI INCONTRI DI PREGHIERA, I QUALI – come dicevo prima – SI SVOLGONO SOLITAMENTE NEI PALAZZETTI, I O IL RELATIVO VEGGENTE NE RICEVE UN COMPENSO ECONOMICO?, IN TERMINI DI DENARO, INTENDO.”

(pausa significativa)

“E, se sì, a che titolo? E’ – sarebbe – un semplice rimborso spese, o cos’altro?...”

Gesù tace. E’ serio.

“Per ora, Sabrina, Io non ho altro da dirti. No, non ho altro da dirti, se non che ti amo e che ti benedico. Va’ dunque in pace e prega con questi tuoi fratelli e sorelle, ché ce n’è molto di bisogno. Amen.”

“Va’ in pace!”

Locuzioni interiori ricevute sabato 12 gennaio 2013, durante l’incontro di preghiera riparatrice, presso la sede dell’Associazione Riparazione Eucaristica Sacro Cuore.