Messaggi del Sacro Cuore di Gesù

01 - Il Divino Appello


IN EVIDENZA




RINGRAZIAMENTI


16 gennaio 2021


Sia lodato Gesù Cristo!


Data la situazione attuale, non mi è possibile nell'immediato rispondere alle vostre e-mail.

Desidero pertanto dirvi:


Cari fratelli e sorelle in Cristo,

insieme alla mia sposa Sabrina, vi sono profondamente riconoscente - ne siamo commossi - dei messaggi di vicinanza che ci state inviando.

Preziose e necessarie sono anzitutto le preghiere, che elevate per noi in questo frangente, e per le quali vi ringrazio moltissimo.


Ogni bene!


Angelo Corbetta



A che punto!


- Messaggio del Signore Gesù in data 13 gennaio 2021 -


Sono da poco entrata in chiesa, quando odo nella mia anima:


"Sabrina, Mia cara, non parli più?"


(pausa)


"Cosa ti hanno fatto, diletta cara ...?"


(pausa)


"Scrivi questo sul Mio Sito, o povera sconvolta - povera cara - e va' in pace".


Locuzioni interiori ricevute poco prima della Santa Messa.



PRECISAZIONE


13-01-2021


Cari fratelli e sorelle,

vi comunico che mia moglie - pur cosciente e consapevole - in conseguenza di reiterati eventi traumatici e vessatori avvenuti in questi più recenti giorni, da ieri sera ha perso la facoltà della parola.

Pregate per lei. Vi ringrazio.


Angelo Corbetta



Ammonimenti e pregiudizi

  • Messaggio al parroco di Gavirate e ad altre persone di questa città

Poco prima dell'inizio della Santa Messa, odo nel mio cuore:


"AscoltaMi, Sabrina. Io sono Cristo."


(pausa significativa)


"E allora, Emilia, cosa vuoi fare?

Ascoltare i malvagi e mandare via dalla tua casa, a loro affittata, dove essi risiedono, i Miei Angelo e Sabrina?"


(pausa significativa)


"Bada bene a ciò che fai.

Certo, tu sei libera, come tutti gli esseri umani, di agire come meglio credi.

Solo, dato il Mio grande Amore per te, o Emilia, e ciò nonostante il tuo grande orgoglio, Io, Cristo - in questo vespro benedetto del giorno santissimo della Mia Risurrezione, e oggi del Santo Mio Battesimo -, Io, Cristo, dunque, per amore, ti consiglio di bene agire, per non avertene a pentire in un prossimo futuro e, soprattutto, per poter ancora sfuggire al Mio giusto castigo: quello che grava su di te, Emilia, per il male che hai fatto sinora nella tua vita e per la totale spietatezza con la quale, più e più volte in questi tre anni e più, hai trattato i Miei servi."


"Ravvediti!"


"Ravvediti fintanto che Io, Clementissimo, te ne concedo ancora benigno il tempo."


(pausa significativa)


"Tuo fratello, nel giorno primo di questo anno civile, ha fatto delle cose, ha avuto dei comportamenti, Emilia, che proprio non vanno bene. Che sono male, Emilia.

E lo sarebbero stati, questi comportamenti, queste reiterate pressioni psicologiche sulle persone - i tuoi inquilini e un loro ospite -, sarebbero stati adunque male anche nel caso in cui la Mia Sabrina non fosse stata ammalata ... Ma così, Emilia!

Tuo fratello l'ha insultata nel mentre che ella, la Mia Sabrina, stava male."


(pausa significativa)


"Sia chiaro: Io, Cristo, te lo dico, in questo vespro benedetto: questo suo comportamento, in vario modo prevaricatore e malvagio, da parte Mia, Emilia, non resterà senza riprensione né senza castigo.

A meno che egli non se ne penta sinceramente e ne chieda perdono ai Miei servi che, comunque, pur dopo un vero e proprio mare di sofferenze patite in questa via ..., non serbano rancore: né a lui né agli altri, che molto hanno loro nuociuto."


(pausa significativa)


"Questo non è un gioco, Emilia; non è uno scherzo.

Io sono Cristo.

Ravvediti!


Perché da lunghi anni, per vari motivi che ora non sto a specificare, sei troppo piena di te stessa, e supponente."


"Davvero che il prossimo tuo non lo ami affatto come te stessa, Emilia."


"E, per ora, non dico di più."


(pausa significativa)


"Sabrina, prega! Prega, povera cara, perché tutte queste persone della via ... e della via adiacente che in questi anni ti hanno fatto molto del male - al punto che al presente ne sei devastata: povera cara! - perché, adunque, si convertano, e cessino di giudicarti per sentito dire e in base alle altrui calunnie.

Calunnie diffuse ho già detto a suo tempo da chi. Prega per esse!"


(pausa significativa)


"E, a proposito di pregiudizi, nei tuoi confronti Sabrina, stasera, in questo vespro benedetto, esorto fortemente il parroco di Gavirate a deporli.

Perché, in verità, ai Miei occhi è da troppo tempo ormai che ti tratta come non si deve.

Come non è degno di uno che si professa cristiano, e tantomeno di un sacerdote, Mio ministro."


(pausa)


"Per quanto possibile, o povera sconvolta dopo mille e più vessazioni, va' in pace".


Locuzioni interiori ricevute Domenica 10 gennaio 2021, Festa del Battesimo del Signore, durante la Santa Messa, in chiesa.




11 gennaio 2021


Mi permetto di aggiungere questa nota personale.

Tengo a precisare che in tutto questo tempo, tre anni e più, nessuna persona di questo paese ha mai avvicinato né parlato a mia moglie.

A meno che per dialogo non si vogliano intendere gli insulti, le calunnie, i lazzi e le derisioni.

E tutto questo accanimento non è cessato - anzi! - neppure da quando nel dicembre 2019 è divenuto palese che mia moglie non sta bene.


Angelo Corbetta





URGENTE COMUNICATO


2 gennaio 2021


Cari fratelli e sorelle,

vi comunico che le vessazioni morali, volte primariamente a distruggere - in ogni senso: spirituale, psicologico, fisico - mia moglie continuano e si inaspriscono.


Nello specifico, nella giornata di ieri, Capodanno, sono stati posti in essere atti persecutori tali che ho dovuto far intervenire l'ambulanza e i carabinieri.


Tra l'altro, questo stalking ci ha reso impossibile uscire di casa per partecipare alla Santa Messa.



Chiedo un ricordo nella preghiera per noi.

Vi ringrazio.


Angelo Corbetta



COMUNICATO


Vigilia dell'Epifania - 5 gennaio 2021


Sia lodato Gesù Cristo!


Cari fratelli e sorelle,

i tre santi dettati, donati dal Signore a mia moglie rispettivamente in data 29 novembre 2020, 1 e 2 gennaio 2021, sono ora pubblicati su questa homepage, secondo l'ordine voluto dal Signore stesso.


Considerate le calunnie e le versioni non rispondenti al vero e gravemente fuorvianti - in merito alla vicenda da noi vissuta: da oltre tre anni a questa parte - vi comunico che sto valutando molto seriamente di operare una pubblica rettifica mediante lettera aperta.

Grazie della vostra attenzione.


Un grazie tutto particolare, da parte di mia moglie Sabrina e mia, ai fratelli e alle sorelle nella Fede che, in vario modo, ci stanno manifestando la loro affettuosa vicinanza e concreta solidarietà in questo frangente.

Ogni bene!


Angelo Corbetta



Calunnie e insulti irripetibili per il Santo dei Santi



Prima della Santa Messa vespertina, odo nel mio cuore:


"Scrivi, Sabrina. Io sono Cristo."


(pausa significativa)


"AscoltaMi.

Avviene a te come avvenne a Me, quando camminavo, Uomo, sulle vie di questo povero mondo."


"Qui in Gavirate, e non solo, o Sabrina, eletta Mia, dato che le Mie Parole di Vita, che tu trasmetti alle anime, danno fastidio, ecco che certe persone - per giustificare se stesse, e la loro condotta perversa e non santa ai Miei occhi divini fulgidi - dicono: "E' il demonio che le parla", e ancora: "Quella Sabrina è una strega"; oltre ad altri insulti innominabili e per Me, tre volte Santo, irripetibili."


(pausa significativa)


"Per ora va' in pace, eletta cara."


Locuzioni interiori ricevute Domenica 29 novembre 2020, in chiesa.




Una vera e propria persecuzione del demonio


- Divino Appello a tutti i poveri peccatori -


Nell'Ottava del Natale del Signore, mentre sto pregando per la conversione dei poveri peccatori, odo nella mia anima:


"AscoltaMi, Sabrina. Io sono Cristo."


(pausa)


"AscoltaMi.

Tu vuoi parlare, Sabrina? No. Parlerò Io per te, a tua difesa, perché questa è una vera e propria persecuzione del demonio, che usa degli uomini, delle creature malvagie, per rovinarti: per cercare di farlo."


(pausa)


"E dunque, ora cosa succede?

Si chiede ad un nuovo inquilino un semplice incontro per definire norme di gestione delle parti comuni, ed il rispetto di una giusta moderazione ... e che cosa ne avete ottenuto?

Prima, questo Francesco - che, per altro, esorto fortemente alla conversione, insieme alla sua compagna, perché non è messo affatto bene dinanzi a Me -, prima, dicevo, Sabrina, quest'uomo blocca la possibilità di qualsiasi dialogo; e adesso, cioè la notte scorsa, risponde alle vostre parole - alla vostra giusta richiesta di moderazione ed educazione - abbaiando letteralmente come un cane?"


"Sabrina, come non vedervi dietro il demonio? E' impossibile, Sabrina.

Poiché satana riduce come bestie tutti quelli - uomini e donne - che, consapevolmente o meno - il giudizio soggettivo spetta a Me, e a Me solo - lo seguono, edificando - o, per meglio dire, distruggendo - la loro propria esistenza su questa terra con i peccati mortali."


(pausa significativa)


"E, dunque, Sabrina, colgo questa - purtroppo triste, per l'ennesima volta - occasione per esortare tutti i poveri peccatori - i malvagi, gli empi, gli immorali, i bestemmiatori, gli adulteri, i sacrileghi, i satanisti, i massoni: presenti anche fra il Mio clero - alla santa conversione del cuore."


(pausa significativa)


"Prendi quel Messaggio che ti ho dettato tempo fa, e ponilo sul Mio Sito, esso prezioso, prima di questo, che ti ho dettato in questo primo giorno dell'anno civile."


(pausa significativa)


"E sia chiaro a tutti, ora, che Io non ho ancora terminato di parlare di quelle persone - alcune delle quali non ho ancora nominato, ma presto lo farò - che in questi ultimi anni vi hanno gravemente nuociuto."


"Non posso infatti, Sabrina, Io che sono Giusto e Buono, vedere - con gli occhi e col Mio Cuore Divino - una simile ingiustizia ed una tale incresciosa situazione - volte a distruggere la Mia Opera in te, e attraverso di te - e tacere."


(pausa)


"Per ora va' in pace.

Ho finito; per ora.

Amen. Amen. Amen".


Locuzioni interiori ricevute nell'Ottava del Natale del Signore, 1 gennaio 2021.





Il Divino Appello ai nemici: segno molto eloquente della Divina Bontà del Signore


"Sabrina, scrivi."


(pausa)


"Siccome i tuoi nemici, detrattori e persecutori sono così pieni di se stessi - così orgogliosi e superbi - rischiano - povere anime! ingannate dal demonio - di fraintendere le Mie parole - quelle che rivolgo loro, attraverso te, nel tempo attuale - e, di conseguenza, di aversene a male, e di pensare quindi a come farti del male, a come nuocerti."


(pausa significativa)


"Ma la verità è, o Sabrina, che le Mie pur forti parole, a loro rivolte - dopo tutto il gran male che ti hanno fatto - e l'Appello Divino che rivolgo a ciascuno di loro, alla conversione, sono segno molto eloquente della Mia Divina Bontà: Io, Cristo, sono MORTO IN CROCE anche per ognuno di loro; e desidero pertanto, Sabrina, che siano preservati dal fuoco tremendo dell'Inferno.

Sì, Sabrina, perché, te lo avevo già detto a suo tempo: essi, purtroppo, con la loro condotta peccaminosa - che dura tra l'altro da molto tempo - sono decisamente incamminati verso l'Inferno: verso la perdizione e la rovina eterna.


Prega per loro! e invita le anime a pregare, affinché Io, Cristo, vinca in essi.

Affinché sia sciolto quel ghiaccio che hanno in cuore."


"Va' in pace".


Locuzioni interiori ricevute sabato 2 gennaio 2021, durante la Santa Messa festiva, in chiesa.



Messaggio del Signore Gesù verso la fine dell'anno 2020


Il santo dettato inizia poco prima della Santa Messa.

Il tono della Voce di Nostro Signore è, nel contempo, virile ed improntato ad intensa, ardente, Divina Carità.

Dopo un contenuto di carattere personale, odo nella mia anima:


"Ed ora lascia, o Mia cara, che Io rivolga una Parola, santa e sapiente, ai Miei figlioli: a quelli tra di essi che, come Io so, attendono di ricevere il Mio verbo Divino per tuo tramite, o Mia cara: sul Mio Sito, esso prezioso. Amen."


(pausa significativa)


"Figli cari, figlie Mie amate.

Io, il Sacro Cuore Amore, vi invito fortemente a lasciare perdere - sempre e segnatamente nell'ultima notte dell'anno - le vanità effimere del mondo, le sue immonde orge e le sue intemperanti ubriachezze."


(pausa)


"O figli così tanto amati che un Dio - quel Dio che Io stesso sono - ha voluto e desiderato di MORIRE confitto in Croce per voi - per ciascuno di voi, o cari -, Io, Io stesso, in questo vespro benedetto, vi esorto: amate Me sopra ogni cosa; preferiteMi ad un effimero ed ingannevole piacere mondano - sì, perché passa il mondo con la sua venefica concupiscenza -. Amate Me, o cari, che sono il Sommo Bene.

Ed allora riceverete in dono dal Padre della Luce il Dono stupendo, e veramente celestiale, di essere inebriati di Spirito Santo."


(pausa significativa)


"Figli: cari figli, e figlie Mie amate: Io voglio benedire coloro che tra voi sono, e desiderano rimanere, in Grazia di Dio."


(pausa)


"E a coloro che nella Mia Santa Grazia non sono - purtroppo -, e questo perché, di fatto, hanno preferito e preferiscono a Me - peccando - un bene inferiore, ma distorto dal demonio e dalla sua immensa malizia e perfidia - dico: figli e figlie, Io, Gesù, anche voi ho creato, e anche ciascuno di voi amo con Amore Infinito ed incommensurabile.

E così, per questo, in questo vespro benedetto, Io, Gesù, vostro Amorosissimo Salvatore, vi dico: Vi supplico! Tornate a Me."


"Tornate a Me, o poveri peccatori, con cuore sincero e contrito. E allora sì potrete trovare anche voi, come le anime giuste - giustificate dal Mio immenso Amore - la vera pace del cuore.

Quella pace vera che Io solo dono, e che mai e poi mai potrete conseguire nella ripetitività dei peccati."


(pausa)


"Figli, sia chiaro - Io, Gesù, il Nazareno, oggi ve lo ricordo, con animo virile e nel contempo pervaso, per voi, o cari, di ineffabile, Divina Tenerezza - : il piacere non è la vera felicità."


"La vera Felicità, o cari, è racchiusa compiutamente solamente nel Cuore della Nostra Santissima Trinità."


Accostatevi, dunque, con cuore umile e sincero, a Noi, Tre Divine Persone: pregate molto; amate il vero Dio al di sopra di tutto. Siate puri. Perdonate i nemici. E, soprattutto, abbandonatevi con filiale amore sul Cuore di Dio: e così gusterete nel vostro spirito un anticipo, un saggio di Paradiso."


(pausa significativa)


"O figlioli! Miei poveri figli peccatori: convertitevi! sicché Io, Gesù Cristo, l'Uomo Dio, possa - e lo farò allora con tutto il Cuore - benedirvi nella Pace."


"Sia così!".


Locuzioni interiori ricevute il 29 dicembre 2020, quinto giorno dell'Ottava di Natale, in chiesa.




"A chi rimetterete i peccati saranno rimessi e a chi non li rimetterete, resteranno non rimessi."


Dopo la Santa Messa vespertina, sto pregando il Santissimo Crocifisso, quando all'improvviso odo nel mio cuore:


"Scrivi, Sabrina, che chi non si umilia a confessare i propri peccati, non ne verrà perdonato."


"Va' in pace".


Locuzioni interiori ricevute il 16 dicembre 2020, primo giorno della Novena di Natale, in un santuario.



Associazione Riparazione Eucaristica Sacro Cuore - Cara anima, non ricevere Gesù Eucaristia in stato di peccato grave (assriparazioneucaristica.org)

Associazione Riparazione Eucaristica Sacro Cuore - Le Comunioni sacrileghe (assriparazioneucaristica.org)

Associazione Riparazione Eucaristica Sacro Cuore - In merito alla ricezione della Comunione Eucaristica da parte dei divorziati risposati (assriparazioneucaristica.org)


Messaggi del Sacro Cuore di Gesù - 2008-10-12 Appello del Divino Bambino ai Suoi figli e figlie lontani

Il Padre nostro secondo il Cuore di Cristo: Il Padre nostro secondo il Cuore di Cristo – gloria.tv

Rosario all'Immacolata: 2020-12-08 Rosario all'Immacolata – gloria.tv



"Io sono Pietoso."


- Forte e rinnovato appello del Signore Gesù ai persecutori di Sabrina e Angelo -


Il seguente santo dettato è stato donato prima e durante il Divino Sacrificio vespertino, nella solennità dell'Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria.


"Sabrina, ascoltaMi. Io sono Cristo.

AscoltaMi e scrivi."


(pausa significativa)


"E dunque, Sabrina: Io vedo che tu non stai bene, al punto che - e non è certo la prima volta - seguirai la Santa Messa non come gli altri presenti ma, purtroppo, stando seduta."


"Cosa ti hanno fatto, stellina Mia?..."


- Mio Signore. -


"Figli e figlie Mie carissime: sono ben altre le sante parole che Io - Cristo, Dio vostro - vorrei rivolgervi dal Mio Sito prezioso in questo giorno solenne di Festa in onore di Mia Madre Santissima.

Ma, purtroppo, sono, per così dire, costretto a parlare in questo modo - come segue - perché grande è l'ostinazione, immensa la cattiveria di questi persecutori dei Miei servi: Angelo e Sabrina."


(pausa significativa)


"Mi rivolgo a te, Giorgio - suo vicino di casa.

E allora: dopo anni di vessazioni a danno - grave danno - della Mia serva Sabrina, non hai ancora finito?"


"O miserabile!

Nell'eccesso di uno slancio di Misericordia del Mio Cuore Sacratissimo, Io, Cristo, Dio Vero, ti chiamo ancora una volta alla conversione."


"Ma bada bene, Giorgio, che se continuerai ad ignorare, o peggio rifiutare, la Mia incommensurabile Pietà Divina, allora gusterai - e non solo nell'altra vita - l'amarezza indicibile della Mia Divina Giustizia.

E non tu solo: ma ogni componente della tua famiglia."


"Sei infatti malizioso, perfido, malvagio, prevaricatore, superbo e prepotente."


(pausa)


"E dunque: ravvediti, Giorgio, fintanto che te ne concedo ancora il tempo: perché Io, Giorgio, non sono come te. Io sono Pietoso.

Tuttavia non pensare, stoltamente, di poterti fare beffe di Me, perché - ricordalo bene - : Dio non si irride."


(pausa significativa)


"Ed ora, dunque: smettila di perseguitare questa Mia serva."


"Voi l'avete devastata!

Voi - sì: tu, e la tua donna, e quei due malvagi che ora non abitano più lì - vi siete fatti consapevolmente - cioè con la vostra premeditata cattiveria e malizia - strumenti attivi del demonio per cercare di distruggere la Mia Opera."


(pausa molto significativa)


"E' così grande il male che avete tramato e che avete messo in opera contro la Mia piccola serva che - sì, Io oggi ve lo dico - : se non vi ravvederete, o malvagi, sarete resi degni dell'Inferno: diverrete, o empi, strame per i demoni, in eterno."


(pausa molto significativa)


"Parlo così, o malvagi - o empi, o persecutori crudeli - perché contro di lei in special modo, nel vostro cuore, e non solo, avete oltrepassato tutti i limiti del male."


(pausa significativa)


"Io, però, sono Gesù, il Salvatore.

Io sono morto in Croce anche per ciascuno di voi, o ribelli e crudeli.

E dunque, come con Umiltà indicibile Io Mi chino con Pietà Divina per richiamarvi sulla via stretta del bene - del perdono e della riconciliazione -, così voi, o nemici acerrimi dei Miei Angelo e Sabrina, umiliate voi stessi nel sincero pentimento."


"Cambiate vita!

prima che sia troppo tardi per voi."


(pausa molto significativa)


"Sabrina, povera cara, va' in pace. Amen".


Nota: questo dettato del Sacro Cuore termina durante l'omelia del sacerdote celebrante.


Locuzioni interiori ricevute l'8 dicembre 2020, in chiesa.



Urgente Messaggio del Signore Gesù

"Questo coronavirus è un castigo di Dio."


Nel corso della Santa Messa vespertina, e precisamente durante la proclamazione del Santo Vangelo, odo nel mio cuore:


"Scrivi, Sabrina. Io sono Cristo."


(pausa significativa)


"AscoltaMi; ascoltaMi attentamente, e fa' sapere alle Mie anime amate questo che ti dico."


(pausa)


"Questo coronavirus è un castigo di Dio."


(pausa)


"Castigo di Dio a causa dei vostri innumerevoli peccati; delle vostre immonde scelleratezze; delle vostre empietà senza numero."


(pausa molto significativa)


"Io sono il Giudice e il Salvatore."


(pausa)


"Figli cari, figlie amate: o voi tutti per i quali ho versato tutto il Mio Prezioso Sangue, morendo in Croce per ciascuno di voi. O voi tutte anime traviate, tornate a Me!"


"Il Mio Cuore Sacratissimo, o figli e figlie - in questo tempo di desolazione e angoscia -, Io vi chiamo e vi esorto fortemente: tornate a Me; cercate forza e rifugio sicuro nel Mio Cuore Amantissimo."


(pausa)


"Figlioli, il Padre Celeste desidera riparazione, adorazione, amore.

Vivete in Grazia, figli e figlie, e così il Cielo - e non più l'Inferno - diverrà la Meta felice dei vostri fuggevoli giorni quaggiù."


(pausa)


"Va' in pace".


Locuzioni interiori ricevute il 18 novembre 2020, mercoledì della prima settimana dell'Avvento Ambrosiano, in chiesa.


2020-11-18 URGENTE MESSAGGIO DEL SIGNORE GESU' - "Questo coronavirus è un castigo di Dio." - – gloria.tv (video)

URGENTE MESSAGGIO DEL SIGNORE GESU' – gloria.tv (audio)

URGENTE MESSAGGIO DEL SIGNORE GESU' – gloria.tv (audio)

URGENT MESSAGE FROM THE LORD JESUS – gloria.tv (testo)


Messaggi del Sacro Cuore e della Madre Santissima in merito alla persecuzione in atto

Poco prima dell'inizio della Santa Messa vespertina, odo nel mio cuore:

"Sabrina, scrivi. Io sono Cristo. Amen."

(pausa significativa)

"AscoltaMi, Sabrina. Cosa sta succedendo?... Certe persone di Gavirate intendono fare una raccolta di firme per farti mandare via da quella casa e per estrometterti dal loro paese?...

Questo è delirio, Sabrina: delirio satanico.

Questo, ai Miei occhi, è molto grave."

(pausa significativa)

"Va' in pace, Mia cara ...".

***

Poco dopo, e precisamente durante la Liturgia della Parola, odo nella mia anima la dolce voce della Santissima Vergine Maria:

"Sabrina, ascoltaMi.

Io sono la Mamma del Cielo."

(pausa)

"Il Mio Cuore Immacolato piange lacrime di sangue per il grave male che i tuoi persecutori ti vogliono, e desiderano attuare contro di te, o figlia ..."

Segue un contenuto di carattere personale.

Quindi la Madre celeste conclude dicendomi:

"Vai in pace".

Locuzioni interiori ricevute il 24 agosto 2020, Festa di San Bartolomeo Apostolo, in chiesa.


COMUNICATO

Cari fratelli e sorelle nel Signore,

come sanno bene coloro che da tempo leggono i "Messaggi del Sacro Cuore di Gesù" pubblicati su questo Sito, né io né mia moglie commentiamo i santi dettati che via via il Signore - e talvolta la Beata Vergine Maria - le dona.

Tuttavia nel frangente attuale desidero fare una precisazione ed esprimervi una richiesta:

- Il Signore Gesù parla della intenzione di certe persone che vogliono estromettere mia moglie dal "loro" paese.

Ritengo che con ciò Egli intenda fare riferimento al livore e al rifiuto manifestati - costantemente e da non poco tempo - da più parti nei confronti di Sabrina.

Un esempio di tale ostracismo, l'ultimo in ordine di tempo, è occorso in data 22 agosto u.s.

Una donna (della quale per altro non conosciamo l'identità e che pure va diffamando mia moglie), dopo aver minacciato di farle del male, ha urlato a Sabrina: "Stia zitta! Non ha il diritto di parlare lei. Non è di qua! STIA ZITTA!!... STIA ZITTA!!! Non ha il diritto di parlare!!".

Non trascrivo (ovviamente) gli insulti e l'aggressività verbale a seguire da parte della medesima donna.

- L'accorata richiesta che, unitamente alla mia sposa, vi elevo quest'oggi, è di unirvi spiritualmente a noi nell'implorazione alla Santissima Trinità - in modo speciale mediante l'offerta del Divino Sacrificio di Cristo e pregando il Rosario della Beata Vergine Maria - per ottenere la grande grazia della conversione dei nostri detrattori.

Grazie di vero cuore ad ogni sorella e ad ogni fratello nella Fede che ci hanno manifestato significativa vicinanza e solidarietà umana, in questi giorni segnati dalla persecuzione morale.

Il Risorto vi ricompensi ampiamente con i Doni del Suo Santo Spirito.

Angelo Corbetta


"Io sono la Verità e più ormai non posso tacere..."

- Il Sacro Cuore esorta fortemente alla conversione i persecutori di Sabrina e Angelo -

Durante la Santa Messa vespertina, odo nel mio cuore:

"Sabrina, ascoltaMi; Io sono Cristo. Amen."

(pausa)

"E allora Giorgio - suo vicino di casa - cosa vuoi fare ...? Cosa volete fare tu e Michela ...? Uccidere la Mia Sabrina?...

Poiché, in verità, voi - e non voi soli, bensì con la complicità di Silvia e Fabio - già l'avete potentemente devastata nella psiche, la Mia diletta Sabrina."

"E pensare che quella calunniatrice di Silvia - e non lei sola - ora ha persino l'ardire di farsi passare come vittima; mentre la verità - Io sono la Verità e più ormai non posso tacere tanto è grave la situazione che si è ingenerata - è che fin dai primi tempi della residenza dei Miei servi in Gavirate, nell'autunno dell'anno 2017, queste quattro persone si sono coalizzate per esasperare i Miei servi, onde spingerli a fare una cosa contraria alla loro volontà: cambiare casa. E ciò hanno fatto con spietatezza inaudita, sempre rifiutando qualsiasi tentativo di conciliazione messo in atto dai Miei servi, fino a poco tempo fa."

(pausa significativa)

"Un'altra cosa addolora molto il Mio Cuore Sacratissimo, e cioè il fatto che, in specie dalle due suddette donne - ma non solo; e non da un giorno - la Mia figlia eletta Sabrina viene calunniata come pazza.

No, figli, oggi Io ve lo dico: ella non è pazza: non è tuttora uscita di senno - e ciò per Mia grande Bontà e Misericordia - e ciò nonostante circa due anni e mezzo di violenze psicologiche di vario genere.

Silvia, Michela, Giorgio, Fabio: verso la fine dell'inverno dell'anno presente avete persino coinvolto le forze dell'ordine nel tentativo perverso - poi, di lì a poco, rivelatosi per voi vano - di far rinchiudere la Mia Sabrina da qualche parte, come insana di mente."

(pausa significativa)

"CONVERTITEVI!

Convertitevi. Ve lo dico poiché Io vedo - Io, Cristo Iddio Vero e Santo - i vostri cuori ormai divenuti come pietre.

Avevate già nuociuto ad altre persone nel corso della vostra vita mortale; ma nulla al confronto del grave male che avete inferto alla Mia figlia Sabrina."

(pausa)

"Per ora, Sabrina, ho finito ...".

Locuzioni interiori ricevute il 17 agosto 2020, in chiesa.


"Il vero Estromesso - in questa Chiesa prostituta - sono Io: Cristo, Dio Vero."

- Messaggio del Sacro Cuore nella solennità della Beata Vergine Maria assunta in Cielo -

All'inizio della Santa Messa vespertina, odo nel mio cuore il seguente santo dettato.

Il tono della Voce di Nostro Signore è molto serio, fermo, virile.

"Sabrina, scrivi. Io sono Cristo. Amen."

(pausa)

"Sabrina, non posso tacere."

"Oggi, poco fa, da questa chiesa in San Vittore, i Miei preti non hanno estromesso solo te, ma Me in te."

(pausa)

"Come ha detto quella signora? Che tu l'hai insultata?

No, Sabrina: tu non hai insultato nessuno. Hai solo ricordato - qui: in San Vittore - ad una donna gravemente immodesta nel suo abbigliamento, che questa è LA MIA CASA, e non la spiaggia."

(pausa significativa)

"Tu sei colma di zelo, e quale risultato ne ottieni?

Chiedi rispetto per Me, Realmente Presente nel Santissimo Sacramento, e cosa ne ottieni?

Io te lo dico: che quegli smidollati, senza colonna vertebrale, dei Miei ministri si scusano con queste donne che danno scandalo nella Mia casa, mentre a te vien detto di andare a farti un giro in luogo di partecipare alla Santa Messa nella solennità di Mia Madre benedetta assunta in Cielo."

(pausa significativa)

"Hai ragione, Sabrina!

E' tutta l'estate che vedi, e non tu sola, gravi scandali nell'abbigliamento, sia qui che nel santuario del Sacro Monte di Varese ... e chi interviene a porvi rimedio? Forse che i Miei ministri difendono il Mio santo onore nella Mia casa santa? Non sia mai! Non sia mai che scomodino il loro proprio quieto vivere per amor Mio. Difatti, in verità, Io te lo dico: essi non Mi amano così tanto.

Molti di loro sono codardi e vili; per non dire poi di quelli tra i Miei sacerdoti ambrosiani che vivono abitualmente in peccato mortale.

Li supplico stasera, mentre contempliamo la bellezza incorruttibile di Maria Santissima, Mia Madre benedetta: figli, Miei unti, CONVERTITEVI! perché siete giunti a tal punto da celebrare la Messa - il Mio Divino Sacrificio - da sacrileghi: in peccato mortale; abituale per giunta."

(pausa significativa)

"Sabrina, scrivi che inorridiscono i Cieli: i Miei pastori e sacerdoti sono tutti preoccupati - questi di cui ti sto parlando - di mettere in pratica le norme, le ordinanze dell'autorità laica e statale (nota: in merito al contenimento del contagio da COVID-19); ma, d'altra parte, omettono, anche gravemente, di operare la correzione fraterna dinanzi a donne che - delle volte: non di rado - si presentano nella Mia casa santa svestite come prostitute."

(pausa significativa)

"Sabrina, scrivi ancora.

In verità, Io te lo dico: questi sacerdoti a parole onorano il Mio così Santo Precursore, Giovanni il Battezzatore, ma, in verità, butterebbero fuori di chiesa anche lui, se fosse qui adesso: perché la sua voce, chiara e forte, ha detto la verità.

La verità, tra l'altro, dell'indissolubilità del Matrimonio: al contrario di quanto insegna, con l'Amoris laetitia, quell'eretico che tuttora siede sul soglio petrino: Jorge Mario Bergoglio."

(pausa significativa)

"Ma quello che è ancor peggio è che il vero Estromesso - in questa Chiesa prostituta e in larga parte simile a vigna bastarda: che assomiglia più a satana che a Me - sono Io: Cristo, Dio Vero."

(pausa)

"Ho finito, Sabrina.

Per ora ho finito".

Nota: il santo dettato termina subito prima dell'orazione sui doni.

Locuzioni interiori ricevute venerdì 14 agosto 2020, durante la Santa Messa vigiliare della solennità di Maria Santissima assunta in Paradiso.

Messaggio del Signore Gesù nella Festa solenne del Suo Cuore Sacratissimo

Poco prima della Santa Messa vespertina, odo nel mio cuore:

"Sabrina, Io sono il Cristo ..."

"AscoltaMi."

(pausa)

"Questo, Sabrina, è l'ultimo Messaggio che ti detto in questo tempo. L'ultimo Messaggio da pubblicare sul Mio Sito, esso prezioso ..."

Pausa, a cui segue un contenuto di carattere personale.

Poi il Signore prosegue dicendo:

"Ed ora, Sabrina, per i Miei figli e figlie che Mi amano: sul Sito, esso prezioso, scrivi:

O figli, Io sono l'Amore.

L'Amore Infinito.

L'Amore Incommensurabile ed Eterno.

Io sono l'Amore Incarnato: per voi.

Io sono l'Amore flagellato, passionato, Crocifisso: per voi, o cari.

Io sono l'Amore risuscitato il terzo giorno, secondo le Scritture.

Per voi, o cari, Io sono l'Uomo Dio asceso al Cielo, alla destra dell'Eterno Divino Padre. Per voi, o figli: per prepararvi un posto nella Festa eterna del Cielo beato."

(pausa)

"O figli: figli e figlie: Io tanto vi ho amato. Rimanete nel Mio Amore.

Osservate per amore, e con viva fede, i Miei Santi Comandamenti, ed essi saranno per voi mistica porta all'eterno Regno Celeste: la vostra amorevole obbedienza ad essi sarà quella porta spirituale che vi aprirà le porte del Regno dei Cieli."

(pausa significativa)

"Figlioli, Io, il Sacro Cuore Amore, in questo giorno solenne, in questo vespro benedetto, vi benedico solennemente: nel Nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo".

Locuzioni interiori ricevute Venerdì 19 giugno 2020, in chiesa.


Messaggio del Sacro Cuore nella solennità del Corpus Domini

"O Sabrina, Io sono il Cristo. Amen."

Pausa, a cui segue un contenuto di carattere personale.

Poi il Signore prosegue dicendo:

"Lascia, o Sabrina, che Io parli, che Io Mi rivolga ai Miei diletti figlioli, alle Mie amate figlie, sul Sito, con il seguente santo Messaggio."

"In questo giorno solenne.

Memoria viva e operante del Mio Immenso Amore per voi uomini, Io vi parlo, o figli; e lo faccio, ancora una volta, per il tramite, e con la mano, della Mia carissima, diletta figlia, Sabrina."

(pausa)

"Figli e figlie: Miei amati."

"Avrei tanto voluto essere a voi vicino in questo modo nei tristi e penosi mesi del confinamento. E, prima ancora, a gennaio: mese in speciale onore di Me, Dio Bambino."

(pausa)

"Ma non è stato possibile.

Ed ora, perdurando purtroppo le ragioni del Mio santo silenzio - dato che siamo giunti al santo Mio mese: di Me, Sacro Cuore Amore - Io ritengo giusto e corretto mettervi a parte di ciò che segue."

(pausa)

"Figli amatissimi, figliole Mie amate; la Mia diletta figlia Sabrina - colei che per anni è stata la Mia segretaria amabile e la Mia messaggera - non è attualmente nelle condizioni per portare avanti il Mio Sito, esso prezioso, e la Mia Opera.

Pregate, figli, ardentemente, perché presto non sia più così!

Questo è un esplicito e forte desiderio del Mio Cuore Divino. Amen."

(pausa significativa)

"Chi l'ha ridotta così, la Mia stellina amata?

I suoi vicini di casa, e altre persone che ora non nomino espressamente.

Minacce di morte, vessazioni senza numero; calunnie, menzogne; violenza psicologica perpetrata per circa due anni e mezzo. Ecco, figli, tutto ciò ha portato ad uno stato di cose molto triste.

Pregate per la Mia diletta Sabrina!

Ve ne ringrazio."

(pausa molto significativa)

"E ora, figli, vi dico pure questo: i menzogneri e i malvagi, coloro che con tanta crudeltà e durezza di cuore hanno tormentato quest'anima Mia eletta, se non si convertono, andranno di male in peggio.

E lo stesso vale per i vostri oppressori, o diletti figli e amate figlie, che perseguitati siete perché non siete del mondo. Perché, soprattutto, vivete e perseverate nella Grazia Mia Santa. La quale Grazia, o figli non dimenticatelo mai, vale più della vita. Amen."

(pausa significativa)

"Pregate, ogni giorno o cari, per la conversione dei persecutori dei Miei servi, e sempre - senza odio, né rancore - per il ravvedimento santo di ognuno dei vostri nemici. Ciò sarà caro e consolante al Mio Cuore Sacratissimo."

(pausa significativa)

"Figli amati! Ve lo ripeto: pregate e supplicate Dio, Padre Mio dolcissimo, per l'intercessione della Mia Madre sempre benedetta, Maria Santissima, affinché presto la Mia serva Sabrina possa tornare a lavorare per Me: per la Mia maggior gloria e per il bene eterno delle Mie anime immortali. Amen."

(pausa significativa)

"Figli amatissimi: coraggio!

Io, Gesù - l'Uomo Dio - sono il vostro Salvatore.

Se vi accade di perdere la Grazia santificante per il peccato mortale, Io, Somma e Suprema Umiltà, ve ne supplico! Non rimanete in tale orrendo stato. Non vinca in voi l'impenitenza e l'affetto disordinato al male. No figli!

Accorrete invece pentiti al Mio Santo Confessionale, sì che vi possano essere rivolte quelle Parole di Immensa Salvezza e Misericordia Divina: E Io ti assolvo dai tuoi peccati ..."

"Figli carissimi figliole amate, lasciate che Io compia presso di voi il Mio Ufficio, la Mia altissima Missione di Salvatore e Redentore: lasciate, o amatissimi, che Io vi sciolga dai tristi e mortiferi vincoli dei peccati mortali."

(pausa)

"Io sono Gesù: per questo Io sono disceso dal Cielo sulla terra: per salvarvi, o figlioli tutti, dall'orrenda tirannia del demonio."

"O poveri peccatori! il Mio Cuore Santo sia il vostro dolce e sicuro Rifugio!"

(pausa significativa)

"Per ora Sabrina, fermati qui, nello scrivere. Ma sappi che Io tornerò per completare questo Mio santo Messaggio."

Locuzioni interiori ricevute giovedì 11 giugno 2020, durante un'adorazione eucaristica silenziosa, in chiesa.


Messaggio del Sacro Cuore nella Notte Santa

Durante l'Offertorio della Messa di mezzanotte, odo nella mia anima; e la Voce di Nostro Signore è pervasa di ineffabile, Divino Amore:

"Sabrina, ascoltaMi. Io sono Cristo, il Salvatore."

(pausa significativa)

"O Miei amatissimi figli! O figliole Mie dilette!

Io sono il vostro amabile Salvatore.

Io sono Colui che vi ha amati più di Se stesso.

Io sono l'Agnello Divino, nato a morire, per redimervi.

Per strapparvi all'orrenda schiavitù del demonio; per liberarvi dalla triste tirannia del peccato, il cui frutto è la morte."

"O figli! Miei carissimi: Io sono qui, nell'Ostia Consacrata, e desidero ardentemente unirMi a ciascuno di voi, o diletti, che siete e che vivete nella Mia Santa Grazia."

(pausa significativa)

"O figli! o Miei poveri figli peccatori: il Mio Cuore Amantissimo attende soprattutto voi con ardentissimo Amore Misericordioso."

(pausa significativa)

"Sabrina, va' in pace".

Locuzioni interiori ricevute il 25 dicembre 2019, in chiesa.



Gentili lettrici e lettori, attualmente nulla vieta che questi "Messaggi del Sacro Cuore di Gesù" possano essere da voi diffusi a titolo gratuito (senza fini di lucro), citando però sempre la fonte da cui sono stati tratti: www.messaggidelsacrocuore.it

Inoltre, precisiamo che non ci riteniamo responsabili per eventuali manomissioni del testo o di una frammentazione indebita e controproducente dello stesso.

Vista poi l’attuale imperfezione delle traduzioni automatiche, e considerato quanto sia importante che le sante parole di Nostro Signore e della Vergine Santissima siano accostate con precisione - esattamente come sono state pronunciate - noi garantiamo al presente solo la versione originale - italiana - leggibile in questo Sito.