Messaggi del Sacro Cuore di Gesù






"Il Dolore del Mio Cuore Santissimo è molto grande..."

- MESSAGGIO DEL SIGNORE GESU' IN MERITO AI VACCINI ANTI COVID -


Natività di San Giovanni Battista, precursore di Cristo - 24 giugno 2021


Sia lodato Gesù Cristo!


Cari fratelli e sorelle,

vi comunico che oggi, nel corso del Divino Sacrificio, il Signore ha donato un importante santo dettato, che sarà pubblicato su questa homepage nei prossimi giorni.

Umilmente preghiamo, implorando la Divina Misericordia del Suo Sacratissimo Cuore.


Sabrina



A difesa della vera Fede Cattolica (google.com)

"Guarda il Mio Cuore Divino squarciato: è il peccato, è il piacere della carne, è il peccato e il mondo."

(Gesù alla Beata Alexandrina Maria da Costa)




"Ora: a Me e a voi, o poveri peccatori."


- AMOREVOLE E FORTE APPELLO DEL SACRO CUORE ALLE ANIME IN PECCATO E ALLE DONNE SCANDALOSE -


Sono da poco entrata in chiesa, quando odo nel mio cuore:


"Sabrina, Io sono Cristo. AscoltaMi."


"Sì, ascoltaMi per il bene di molte anime."


(pausa significativa)


"Ora: a Me e a voi, o poveri peccatori.

Alla vigilia della Festa - solenne Festa - del Mio precursore Giovanni: il più grande fra i nati di donna e il profeta insigne della vera conversione del cuore -, Io, Cristo - Dio Vero e Fratello vostro Amorosissimo -, vi dico, vi chiedo: o Miei cari, che cosa vi dà il peccato? Una falsa, e solo momentanea, pace; una falsa felicità, che ben presto si muta per voi - nei vostri cuori feriti dal male morale - in un anticipo di Inferno: tormento, tensione, angoscia, inquietudine; grande mestizia e profonda insoddisfazione.

E perché, o Miei poveri figli, feriti dal Male?

Perché voi, o cari - ciascuno di voi - non siete stati da Me creati per avvoltolarvi nel fango morale peggio che se foste bestie, animali irragionevoli.

Voi, o cari, siete fatti per il Cielo."


(pausa molto significativa)


"Ora, o Miei cari, Io vi dico, poiché vi amo immensamente: fermatevi, o cari, dal folle correre che fa il mondo, che è in gran parte in preda al Maligno.

Fermatevi, o Miei cari e poveri figli: riflettete e, soprattutto, pregate."


(pausa significativa)


"Figli e figlie, Miei carissimi: Io sono il Sacro Cuore Amore.

Io vi chiamo oggi, in modo del tutto particolare, alla vera conversione."


(pausa)


"Figli e figlie, vi ho donato, come vostro vero ed unico Creatore, due grandi doni, fra gli altri: libera volontà ed intelligenza. Usatele! Usatele per il vostro stesso bene, scegliendo il bene, e non il male; la verità, e non la menzogna; la Luce, e non le tenebre del male; tenebre che, accolte ripetutamente nel cuore, portano l'anima alla più cupa disperazione."


(pausa molto significativa)


"O figli! Io sono il Signore che vi ama immensamente.

E quindi vi dico: rinunciate, per amore a Me, all'effimero piacere del male, del peccato grave, dell'immoralità e di qualsiasi altra droga.

E questo, oltre che per amore a Me, Supremo vostro Bene, anche per non perdere - per un effimero e ingannevole, schiavizzante piacere - la Gioia, la Luce, la Pace infinita che sono, perenni e beatifiche, nel Mio Paradiso celeste. Amen."


(pausa significativa)


"O figli. Figli e figlie. Io vi amo. Per questo vi dico: lasciate il male, tornate a Me."


(pausa molto significativa)


"E alle anime buone, che sono presentemente nella Mia Santa Grazia, chiedo - in questo vespro benedetto in modo del tutto speciale - di offrirMi umile e generosa riparazione per una miriade di gravi scandali, per i quali il Mio Cuore Santissimo soffre sempre, ma segnatamente nella stagione estiva.

Consolate il Mio Cuore Divino, o cari!"


(pausa significativa)


"E infine - ma non certo perché questo, che sto per dirti, Sabrina, sia di poca importanza: tutt'altro -, Mi rivolgo a voi, o donne grandemente scandalose: a voi - così numerose ormai! - che con i vostri abiti volutamente succinti e osceni - ancor oggi, e sempre più - tenete nei riguardi degli uomini, Miei figli, la parte di Eva tentatrice; e non certo quella della Mia Santissima Madre, la Donna perfetta, che sempre elevò e nobilitò tutti i cuori umani, ben disposti e umili, che La accostarono - Lei, benedetta - mentre era pellegrina - per Mio amore - in questa terra di esilio e di fango."


(pausa)


"Cessate, o figlie - che molto Mi fate soffrire, ma che pure Io amo moltissimo -,


Nota: a questo punto, prima della Sacra Consacrazione, il Signore pacatamente mi comanda: "Fermati". Smetto di scrivere.

Umilmente adoro il Santissimo Corpo e Sangue del nostro Redentore Gesù Cristo.

Quindi Egli riprende a parlarmi:


cessate dall'essere serve e ancelle del demonio seduttore, ed imparate - finalmente - a bene agire.

Già gli uomini - molti uomini - sono lussuriosi e sudici di male morale: non allargate il loro debito nei Miei confronti - di Me, Cristo Dio Giudice - con le vostre indegne e scaltre, premeditate malizie."


(pausa significativa)


"Per ora, Sabrina, Mia cara, finisci così ...".


Locuzioni interiori ricevute il 23 giugno 2021, in chiesa.




Il Sacro Cuore: Porta alla vera Vita


Poco prima della Santa Messa vespertina, odo nel mio cuore:


"Se non diventerete come i bambini, non entrerete nel Regno dei Cieli ..."


(pausa)


"E' per questo che Io, Cristo Dio vostro, vi esorto, o figli Miei amatissimi, che giacete però nelle tenebre del peccato mortale, a rinnegare l'empietà e ogni affetto mondano, sì da poter entrare per la mistica Porta del Mio Cuore Sacratissimo alla vera Vita: quella che Io stesso, Cristo Dio vostro, vi ho acquistato, o figli e figlie, morendo confitto in Croce per voi tutti. Per ciascuno in particolare."


(pausa)


"Per ora va' in pace, o figlia.

Io ti benedico".


Locuzioni interiori ricevute Domenica 13 giugno 2021, in chiesa.





Messaggio del Sacro Cuore di Gesù nel Lunedì dell'Angelo


Il seguente santo dettato è stato donato durante la Santa Messa mattutina.

La Voce del Signore è intensissima di Divino Amore:


"Figlia cara, vogliamo dare un Messaggio ai Miei poveri figli che soffrono?"


(pausa)


"Figli e figlie. Miei amatissimi!"


"Io sono Gesù, il Salvatore."


"Ora, che la Mia Pasqua si è compiuta, vi invito, con grande Amore, a rinnovarvi: a voler vivere in Me una vita nuova."


(pausa molto significativa)


"Basta, o figli e figlie, Miei amati, basta con i peccati.

Basta con il trafiggere il Mio Purissimo e Santissimo Cuore, con le vostre impurità e malvagità."


"Basta, o figli, Miei amati - per i quali ho versato tutto il Mio Prezioso Sangue sul duro Legno della Croce -, basta, dunque, con una vita - che non è vita - di menzogna: nelle tenebre; radicata nel demonio: avversario, nemico e omicida."


(pausa significativa)


"Tornate a Me, o Miei amatissimi!"


"Veramente che Io, Gesù vostro, vi attendo - ciascuno di voi - a braccia aperte, spalancate."


(pausa)


"ApriteMi, apriteMi o cari, la porta del vostro cuore, affinché Io vi entri - Io: Dio - e possa donarvi la Pace."


"Quella vera, quella santa, o figli: quella che avrà il suo coronamento nel Paradiso Mio Santo."


(pausa significativa)


"Figli: figli e figlie.

Vi attendo con tanto Divino Amore: pentitevi, dunque, dei vostri peccati; accorrete - umili, pentiti e fiduciosi - al Mio Santo Confessionale, ed ivi riceverete il Dono stupendo del Mio Divino Perdono."


(pausa)


"E poi, o figli tutti pentiti, da lì in avanti, cominciate una vita nuova - in Grazia del Mio Santo Spirito - : una vita di primavera; dopo il gelido e oscuro inverno del peccato.

Una vita di bontà, di purezza e di giustizia; giustizia di Dio, e cioè santità e Grazia."


"E allora, o figli, anche la vostra croce - quella che vi tocca di portare in questi tempi difficili -, ecco, anche la vostra croce diverrà più lieve, e persino soave: perché Io, allora - quando voi sarete nella Mia Santa Grazia -, Io, Gesù vostro, la porterò con voi."


(pausa)


"Ma fino a quando voi, o poveri figli, volete ostinarvi sulla via, ingannevole e seducente, del peccato - del male morale - mai potrete gustare la soave e celestiale dolcezza della Mia Pace Pasquale.

Quella, o figli e figlie, che Io, Gesù vostro, a caro prezzo vi ho acquistato morendo confitto, per ciascuno di voi, sul duro Legno della Croce."


(pausa molto significativa)


"La Croce - Essa sola - è il Mio Talamo Nuziale.

E chi di voi vuole veramente incontrarMi, questo deve fare: questo è chiamato da Me medesimo, a fare: abbracciarla con sincero amore per amor Mio."


(pausa molto significativa)


"... Va' in pace."


"Ascolta il Vescovo. Amen".


Nota: difatti questo santo dettato termina mentre è in corso l'omelia tenuta da un presule.


Locuzioni interiori ricevute il 5 aprile 2021, in chiesa.



Messaggio del Signore Gesù nella Festa della Presentazione al tempio


Durante la Santa Messa mattutina, odo nel mio cuore:


"Scrivi, Sabrina. Io sono Cristo."


"Scrivi questo: Io non chiamo certi uomini al Mio sacerdozio perché essi siano migliori degli altri."


"Io li chiamo anzitutto, come Mi ispira il Mio Divin Cuore, per la salvezza delle loro anime."


"Va' in pace".


Locuzioni interiori ricevute il 2 febbraio 2021, giornata della vita consacrata, in un santuario.





Messaggio del Signore Gesù verso la fine dell'anno 2020


Il santo dettato inizia poco prima della Santa Messa.

Il tono della Voce di Nostro Signore è, nel contempo, virile ed improntato ad intensa, ardente, Divina Carità.

Dopo un contenuto di carattere personale, odo nella mia anima:


"Ed ora lascia, o Mia cara, che Io rivolga una Parola, santa e sapiente, ai Miei figlioli: a quelli tra di essi che, come Io so, attendono di ricevere il Mio verbo Divino per tuo tramite, o Mia cara: sul Mio Sito, esso prezioso. Amen."


(pausa significativa)


"Figli cari, figlie Mie amate.

Io, il Sacro Cuore Amore, vi invito fortemente a lasciare perdere - sempre e segnatamente nell'ultima notte dell'anno - le vanità effimere del mondo, le sue immonde orge e le sue intemperanti ubriachezze."


(pausa)


"O figli così tanto amati che un Dio - quel Dio che Io stesso sono - ha voluto e desiderato di MORIRE confitto in Croce per voi - per ciascuno di voi, o cari -, Io, Io stesso, in questo vespro benedetto, vi esorto: amate Me sopra ogni cosa; preferiteMi ad un effimero ed ingannevole piacere mondano - sì, perché passa il mondo con la sua venefica concupiscenza -. Amate Me, o cari, che sono il Sommo Bene.

Ed allora riceverete in dono dal Padre della Luce il Dono stupendo, e veramente celestiale, di essere inebriati di Spirito Santo."


(pausa significativa)


"Figli: cari figli, e figlie Mie amate: Io voglio benedire coloro che tra voi sono, e desiderano rimanere, in Grazia di Dio."


(pausa)


"E a coloro che nella Mia Santa Grazia non sono - purtroppo -, e questo perché, di fatto, hanno preferito e preferiscono a Me - peccando - un bene inferiore, ma distorto dal demonio e dalla sua immensa malizia e perfidia - dico: figli e figlie, Io, Gesù, anche voi ho creato, e anche ciascuno di voi amo con Amore Infinito ed incommensurabile.

E così, per questo, in questo vespro benedetto, Io, Gesù, vostro Amorosissimo Salvatore, vi dico: Vi supplico! Tornate a Me."


"Tornate a Me, o poveri peccatori, con cuore sincero e contrito. E allora sì potrete trovare anche voi, come le anime giuste - giustificate dal Mio immenso Amore - la vera pace del cuore.

Quella pace vera che Io solo dono, e che mai e poi mai potrete conseguire nella ripetitività dei peccati."


(pausa)


"Figli, sia chiaro - Io, Gesù, il Nazareno, oggi ve lo ricordo, con animo virile e nel contempo pervaso, per voi, o cari, di ineffabile, Divina Tenerezza - : il piacere non è la vera felicità."


"La vera Felicità, o cari, è racchiusa compiutamente solamente nel Cuore della Nostra Santissima Trinità."


Accostatevi, dunque, con cuore umile e sincero, a Noi, Tre Divine Persone: pregate molto; amate il vero Dio al di sopra di tutto. Siate puri. Perdonate i nemici. E, soprattutto, abbandonatevi con filiale amore sul Cuore di Dio: e così gusterete nel vostro spirito un anticipo, un saggio di Paradiso."


(pausa significativa)


"O figlioli! Miei poveri figli peccatori: convertitevi! sicché Io, Gesù Cristo, l'Uomo Dio, possa - e lo farò allora con tutto il Cuore - benedirvi nella Pace."


"Sia così!".


Locuzioni interiori ricevute il 29 dicembre 2020, quinto giorno dell'Ottava di Natale, in chiesa.





"A chi rimetterete i peccati saranno rimessi e a chi non li rimetterete, resteranno non rimessi."


Dopo la Santa Messa vespertina, sto pregando il Santissimo Crocifisso, quando all'improvviso odo nel mio cuore:


"Scrivi, Sabrina, che chi non si umilia a confessare i propri peccati, non ne verrà perdonato."


"Va' in pace".


Locuzioni interiori ricevute il 16 dicembre 2020, primo giorno della Novena di Natale, in un santuario.





Urgente Messaggio del Signore Gesù


"Questo coronavirus è un castigo di Dio."


Nel corso della Santa Messa vespertina, e precisamente durante la proclamazione del Santo Vangelo, odo nel mio cuore:


"Scrivi, Sabrina. Io sono Cristo."


(pausa significativa)


"AscoltaMi; ascoltaMi attentamente, e fa' sapere alle Mie anime amate questo che ti dico."


(pausa)


"Questo coronavirus è un castigo di Dio."


(pausa)


"Castigo di Dio a causa dei vostri innumerevoli peccati; delle vostre immonde scelleratezze; delle vostre empietà senza numero."


(pausa molto significativa)


"Io sono il Giudice e il Salvatore."


(pausa)


"Figli cari, figlie amate: o voi tutti per i quali ho versato tutto il Mio Prezioso Sangue, morendo in Croce per ciascuno di voi. O voi tutte anime traviate, tornate a Me!"


"Il Mio Cuore Sacratissimo, o figli e figlie - in questo tempo di desolazione e angoscia -, Io vi chiamo e vi esorto fortemente: tornate a Me; cercate forza e rifugio sicuro nel Mio Cuore Amantissimo."


(pausa)


"Figlioli, il Padre Celeste desidera riparazione, adorazione, amore.

Vivete in Grazia, figli e figlie, e così il Cielo - e non più l'Inferno - diverrà la Meta felice dei vostri fuggevoli giorni quaggiù."


(pausa)


"Va' in pace".


Locuzioni interiori ricevute il 18 novembre 2020, mercoledì della prima settimana dell'Avvento Ambrosiano, in chiesa.





"Il vero Estromesso, in questa Chiesa prostituta, sono Io: Cristo, Dio Vero."


Messaggio del Sacro Cuore di Gesù nella solennità della Beata Vergine Maria assunta in Cielo


All'inizio della Santa Messa vespertina, odo nel mio cuore il seguente santo dettato.

Il tono della Voce di Nostro Signore è molto serio, fermo, virile.


"Sabrina, scrivi. Io sono Cristo. Amen."


(pausa)


"Sabrina, non posso tacere."


"Oggi, poco fa, da questa chiesa in San Vittore, i Miei preti non hanno estromesso solo te, ma Me in te."


(pausa)


"Come ha detto quella signora? Che tu l'hai insultata?

No, Sabrina: tu non hai insultato nessuno. Hai solo ricordato - qui: in San Vittore - ad una donna gravemente immodesta nel suo abbigliamento, che questa è LA MIA CASA, e non la spiaggia."


(pausa significativa)


"Tu sei colma di zelo, e quale risultato ne ottieni?

Chiedi rispetto per Me, Realmente Presente nel Santissimo Sacramento, e cosa ne ottieni?

Io te lo dico: che quegli smidollati, senza colonna vertebrale, dei Miei ministri si scusano con queste donne che danno scandalo nella Mia casa, mentre a te vien detto di andare a farti un giro in luogo di partecipare alla Santa Messa nella solennità di Mia Madre benedetta assunta in Cielo."


(pausa significativa)


"Hai ragione, Sabrina!

E' tutta l'estate che vedi, e non tu sola, gravi scandali nell'abbigliamento, sia qui che nel santuario del Sacro Monte di Varese ... e chi interviene a porvi rimedio? Forse che i Miei ministri difendono il Mio santo onore nella Mia casa santa? Non sia mai! Non sia mai che scomodino il loro proprio quieto vivere per amor Mio. Difatti, in verità, Io te lo dico: essi non Mi amano così tanto.

Molti di loro sono codardi e vili; per non dire poi di quelli tra i Miei sacerdoti ambrosiani che vivono abitualmente in peccato mortale.

Li supplico stasera, mentre contempliamo la bellezza incorruttibile di Maria Santissima, Mia Madre benedetta: figli, Miei unti, CONVERTITEVI! perché siete giunti a tal punto da celebrare la Messa - il Mio Divino Sacrificio - da sacrileghi: in peccato mortale; abituale per giunta."


(pausa significativa)


"Sabrina, scrivi che inorridiscono i Cieli: i Miei pastori e sacerdoti sono tutti preoccupati - questi di cui ti sto parlando - di mettere in pratica le norme, le ordinanze dell'autorità laica e statale (nota: in merito al contenimento del contagio da COVID-19); ma, d'altra parte, omettono, anche gravemente, di operare la correzione fraterna dinanzi a donne che - delle volte: non di rado - si presentano nella Mia casa santa svestite come prostitute."


(pausa significativa)


"Sabrina, scrivi ancora.

In verità, Io te lo dico: questi sacerdoti a parole onorano il Mio così Santo Precursore, Giovanni il Battezzatore, ma, in verità, butterebbero fuori di chiesa anche lui, se fosse qui adesso: perché la sua voce, chiara e forte, ha detto la verità.

La verità, tra l'altro, dell'indissolubilità del Matrimonio: al contrario di quanto insegna, con l'Amoris laetitia, quell'eretico che tuttora siede sul soglio petrino: Jorge Mario Bergoglio."


(pausa significativa)


"Ma quello che è ancor peggio è che il vero Estromesso - in questa Chiesa prostituta e in larga parte simile a vigna bastarda: che assomiglia più a satana che a Me - sono Io: Cristo, Dio Vero."


(pausa)


"Ho finito, Sabrina.

Per ora ho finito".


Nota: il santo dettato termina subito prima dell'orazione sui doni.


Locuzioni interiori ricevute venerdì 14 agosto 2020, durante la Santa Messa vigiliare della solennità di Maria Santissima assunta in Paradiso.





Messaggio del Signore Gesù nella Festa solenne del Suo Cuore Sacratissimo


Poco prima della Santa Messa vespertina, odo nel mio cuore:


"Sabrina, Io sono il Cristo ..."


"AscoltaMi."


(pausa)


"Questo, Sabrina, è l'ultimo Messaggio che ti detto in questo tempo. L'ultimo Messaggio da pubblicare sul Mio Sito, esso prezioso ..."


Pausa, a cui segue un contenuto di carattere personale.

Poi il Signore prosegue dicendo:


"Ed ora, Sabrina, per i Miei figli e figlie che Mi amano: sul Sito, esso prezioso, scrivi:


O figli, Io sono l'Amore.

L'Amore Infinito.

L'Amore Incommensurabile ed Eterno.

Io sono l'Amore Incarnato: per voi.

Io sono l'Amore flagellato, passionato, Crocifisso: per voi, o cari.

Io sono l'Amore risuscitato il terzo giorno, secondo le Scritture.

Per voi, o cari, Io sono l'Uomo Dio asceso al Cielo, alla destra dell'Eterno Divino Padre. Per voi, o figli: per prepararvi un posto nella Festa eterna del Cielo beato."


(pausa)


"O figli: figli e figlie: Io tanto vi ho amato. Rimanete nel Mio Amore.

Osservate per amore, e con viva fede, i Miei Santi Comandamenti, ed essi saranno per voi mistica porta all'eterno Regno Celeste: la vostra amorevole obbedienza ad essi sarà quella porta spirituale che vi aprirà le porte del Regno dei Cieli."


(pausa significativa)


"Figlioli, Io, il Sacro Cuore Amore, in questo giorno solenne, in questo vespro benedetto, vi benedico solennemente: nel Nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo".


Locuzioni interiori ricevute Venerdì 19 giugno 2020, in chiesa.





Messaggio del Sacro Cuore nella solennità del Corpus Domini


"O Sabrina, Io sono il Cristo. Amen."


Pausa, a cui segue un contenuto di carattere personale.

Poi il Signore prosegue dicendo:


"Lascia, o Sabrina, che Io parli, che Io Mi rivolga ai Miei diletti figlioli, alle Mie amate figlie, sul Sito, con il seguente santo Messaggio."


"In questo giorno solenne.

Memoria viva e operante del Mio Immenso Amore per voi uomini, Io vi parlo, o figli; e lo faccio, ancora una volta, per il tramite, e con la mano, della Mia carissima, diletta figlia, Sabrina."


(pausa)


"Figli e figlie: Miei amati."


"..."


(pausa significativa)


"Figli amatissimi: coraggio!

Io, Gesù - l'Uomo Dio - sono il vostro Salvatore.

Se vi accade di perdere la Grazia santificante per il peccato mortale, Io, Somma e Suprema Umiltà, ve ne supplico! Non rimanete in tale orrendo stato. Non vinca in voi l'impenitenza e l'affetto disordinato al male. No figli!

Accorrete invece pentiti al Mio Santo Confessionale, sì che vi possano essere rivolte quelle Parole di Immensa Salvezza e Misericordia Divina: E Io ti assolvo dai tuoi peccati ..."


"Figli carissimi figliole amate, lasciate che Io compia presso di voi il Mio Ufficio, la Mia altissima Missione di Salvatore e Redentore: lasciate, o amatissimi, che Io vi sciolga dai tristi e mortiferi vincoli dei peccati mortali."


(pausa)


"Io sono Gesù: per questo Io sono disceso dal Cielo sulla terra: per salvarvi, o figlioli tutti, dall'orrenda tirannia del demonio."


"O poveri peccatori! il Mio Cuore Santo sia il vostro dolce e sicuro Rifugio!"


(pausa significativa)


"Per ora Sabrina, fermati qui, nello scrivere. Ma sappi che Io tornerò per completare questo Mio santo Messaggio."


Locuzioni interiori ricevute giovedì 11 giugno 2020, durante un'adorazione eucaristica silenziosa, in chiesa.



Messaggio del Sacro Cuore nella Notte Santa


Durante l'Offertorio della Messa di mezzanotte, odo nella mia anima; e la Voce di Nostro Signore è pervasa di ineffabile, Divino Amore:


"Sabrina, ascoltaMi. Io sono Cristo, il Salvatore."


(pausa significativa)


"O Miei amatissimi figli! O figliole Mie dilette!

Io sono il vostro amabile Salvatore.

Io sono Colui che vi ha amati più di Se stesso.

Io sono l'Agnello Divino, nato a morire, per redimervi.

Per strapparvi all'orrenda schiavitù del demonio; per liberarvi dalla triste tirannia del peccato, il cui frutto è la morte."


"O figli! Miei carissimi: Io sono qui, nell'Ostia Consacrata, e desidero ardentemente unirMi a ciascuno di voi, o diletti, che siete e che vivete nella Mia Santa Grazia."


(pausa significativa)


"O figli! o Miei poveri figli peccatori: il Mio Cuore Amantissimo attende soprattutto voi con ardentissimo Amore Misericordioso."


(pausa significativa)


"Sabrina, va' in pace".


Locuzioni interiori ricevute il 25 dicembre 2019, in chiesa.






Gentili lettrici e lettori, attualmente nulla vieta che questi "Messaggi del Sacro Cuore di Gesù" possano essere da voi diffusi a titolo gratuito (senza fini di lucro), citando però sempre la fonte da cui sono stati tratti: www.messaggidelsacrocuore.it

Inoltre, precisiamo che non ci riteniamo responsabili per eventuali manomissioni del testo o di una frammentazione indebita e controproducente dello stesso.

Vista poi l’attuale imperfezione delle traduzioni automatiche, e considerato quanto sia importante che le sante parole di Nostro Signore e della Vergine Santissima siano accostate con precisione - esattamente come sono state pronunciate - noi garantiamo al presente solo la versione originale - italiana - leggibile in questo Sito.