2011-11-20 Cristo Gesù non è il vero Re d'Amore in molti cuori

“O diletta, scrivi.”

(pausa)

“O diletta, tu poco fa provavi giusta pena a vedere quella persona … che se ne stava lì, come piegata in due, piegata in avanti, dinanzi a Me. Amen.”

“Ma, o Mia diletta, che cosa devo dirti Io, vero Re d’Amore, che miro continuamente, il giorno e la notte, ANIME SPEZZATE, ANIME LACERE, ANIME ROTTE IN DUE – SI’, LACERATE DAL MALE MORALE - ? e questo perché esse sono – e vogliono essere – perennemente – il giorno e più la notte, amen – schiave del peccato e delle proprie passioni impure. Amen.”

(pausa significativa)

“O anima, anima vittima, Sabrina: Io ho bisogno di anime consolatrici, ed anime oranti. Amen.”

(pausa)

“Ascolta dunque quello che ti dico e che ora Io ti chiedo, amen: … organizzati … in modo da potere, in diversi orari e in differenti giorni della settimana, pregare il Santo Rosario di Mia Madre Maria Santissima con piccoli gruppi di persone … su skype. Amen.”

(pausa significativa)

“Sabrina, Io non sono il VERO RE D’AMORE in troppi cuori. Amen.

C’è bisogno – e molto – di preghiera.”

(pausa)

“Va’ in pace!

Sono Cristo, il Re vero nel tuo cuore, amen.

Benedico, amen”.

Locuzioni interiori ricevute domenica 20 novembre 2011, solennità di Cristo Re, durante un’adorazione al Santissimo Sacramento.