2011-11-19 Il Sacro Cuore cerca anime consolatrici

“O diletta, prendi e scrivi.

Io sono Cristo, il Signore tuo Dio. Amen.”

Pausa, a cui segue un contenuto personale; quindi il Divino Maestro prosegue, dicendomi:

“O diletta! In questa notte del sabato, fra il sabato e la domenica, IO SOFFRO MOLTO. Il Mio Cuore Sacratissimo è perennemente trafitto. Amen.

(pausa significativa)

Cerco, dunque, anime consolatrici. Amen.”

Dopo un altro Messaggio personale a me rivolto, Egli conclude:

“Per ora, va’ in pace … e prega anche tu … Amen.”

“Va’ in pace! Ti benedico. Amen”.

Locuzioni interiori ricevute il 19 novembre 2011, in serata, durante l’Ufficio delle Letture pregato in una chiesa, nella solennità di Cristo Re.