Messaggi del Sacro Cuore di Gesù







AVVISO

 

14 novembre 2019

 

Cari fratelli e sorelle nel Signore, vi comunico che il Sito è in manutenzione; ci scusiamo per il momentaneo disagio.

A causa di un persistente problema tecnico in merito alla formattazione (problema a cui stiamo cercando, con la consulenza di una persona competente, una valida e duratura soluzione), i "Messaggi del Sacro Cuore di Gesù" leggibili su questa homepage verranno temporaneamente trascritti nel modo più semplice possibile: cioè senza l'uso del corsivo, del grassetto e delle sottolineature.

Tutte le altre pagine del Sito permangono invariate.

Grazie della vostra attenzione.

Ogni bene,

 

Angelo




I puri e i casti sono martiri di Cristo Signore

 

Sto rileggendo la Prima Lettura della Santa Messa odierna, secondo il Rito Ambrosiano: Apocalisse 1,10; 3,1-6.

Odo nella mia anima:

 

"Sabrina, chi sarà vestito di bianche vesti e sarà fatto degno di seguire Me - Lassù, nel Cielo -, Me, dunque, Divino Agnello Immolato?"

 

"I puri e i casti, nel cuore e nel corpo, poiché: tutti i veramente casti sono dei martiri. Amen."

 

(pausa significativa)

 

"AscoltaMi ancora.

Tutti i Santi, canonizzati e non - e cioè noti a Me solo, ma non per questo meno santi - sono dei crocifissi.

Sì, crocifissi; ma in Me, nel Mio Sacro e Santo Mistero Pasquale, essi sono crocifissi vincitori."

 

"In Me, Cristo Dio Vero, essi, infatti, hanno vinto il mondo, il peccato, il demonio nemico e omicida: artefice di inganni, al fine di perdere l'uomo e recare immenso, mistico dolore a Dio, il Padre Celeste."

 

(pausa significativa)

 

"Essi, adunque, indossano vesti bianche perché ne sono degni, e la loro stola è rossa del loro proprio martirio. Poiché, anche senza corporeo spargimento di sangue, essi sono, per Mia grazia immensa, dei veri martiri, per l'ardente intensità del loro amore per Me, per il quale non hanno esitato, in se stessi, a dare la morte a tutto ciò che è male, che è peccato; e questo essi hanno fatto per non addolorare Me, loro Supremo Sposo e Amante unico e prediletto. Amen."

 

(pausa significativa)

 

"I Miei santi martiri, le Mie vittime sacrificate - essi tutti, Miei veri servi e amanti - hanno preso per se stessi le spine del dolore per porgere a Me - l'Uomo Dio, Gesù Cristo - la rosa, olezzante aromi paradisiaci, del loro puro amore. Amen."

 

(pausa molto significativa)

 

"Ora, invece, Sabrina, che succede?... La Mia Chiesa agonizza perché è scarso l'amore! - quello vero, quello santo. Quello che significa e attua l'autentico dono di sé, per pura carità - e troppo pochi, anche tra i Miei ministri eletti, sono i cuori casti; e poche anche le menti limpide, cioè non profanate dalla lussuria, con tutto il suo pesante carico di orrende nefandezze."

 

(pausa significativa)

 

"O Sabrina! Grande è la sofferenza del Mio Cuore Divino!"

 

"Già ti ho detto dove ti attendo: ai piedi del Mio Santo Tabernacolo ..."

 

"Va' in pace".

 

Locuzioni interiori ricevute il 24 ottobre 2019, dopo la Santa Messa del mattino, in chiesa.

 




La vera ricchezza

 

Dinanzi al Santissimo Sacramento, solennemente esposto, contemplo in cuor mio il Grande Mistero dell'Incarnazione del Signore: il Figlio unigenito dell'Eterno Divino Padre, che nasce nella estrema povertà della grotta di Betlemme.

Odo nella mia anima:

 

"Sabrina, Io sono Cristo."

 

(pausa)

 

"Io, Cristo, ho sposato madonna povertà, per insegnare a voi uomini, Mie creature predilette, che l'essenziale non sta nelle molte cose, nel possedere molto, bensì ciò che veramente conta è la ricchezza vera: quella dell'essere interiore radicato profondamente nella Mia Vita Divina, in profonda unione di amore con Me, Dio Vero e Santo. Amen."

 

"La vera ricchezza è permanere nella Mia Santa Grazia, amando il vostro Dio, o figli diletti, con tutto il vostro cuore e servendo il Padre vostro Celeste in sincerità e vera umiltà di spirito; cosicché Noi, Tre Divine Persone, possiamo realmente fare dei vostri piccoli cuori umani, o figli e figlie Miei diletti, i vivi templi della Nostra Eterna Gloria. Amen."

 

(pausa significativa)

 

"Scrivi, o Sabrina, questo Mio Divino Appello, sul Mio Sito - esso prezioso - e va' in pace."

 

"Io sono Cristo, il Supremo Sommo Sacerdote, e sono sempre con te."

 

"Va' in pace!".

 

Locuzioni interiori ricevute Domenica 20 ottobre 2019 - solennità ambrosiana della Dedicazione della Chiesa Cattedrale -, in un santuario.

 

Sabrina dà lettura del Messaggio "La vera ricchezza è permanere nella Mia Santa Grazia.": https://gloria.tv/audio/3QXuxskZyWWm3e9qcsatwp86z



Messaggio della Beata Vergine Maria

 

Durante la Santa Messa mattutina, odo nel mio cuore la dolce voce della Madre celeste:

 

"Figlia, Io sono la Vergine Maria. Scrivi."

 

Poco dopo:

 

"Figlia diletta, Io sono la Madonna Santissima."

 

"Dì - sul Sito prezioso del Mio Figlio benedetto - ai Miei amati figliolini, che Io li esorto con tutta la soavità, la dolcezza e la potenza del Mio Cuore Immacolato, a pregare di tutto cuore, ogni giorno, il Mio Santo Rosario."

 

(pausa)

 

"Figli carissimi! Più voi pregherete con il cuore la Mia Corona benedetta, più avrete in dono la vera pace per i vostri cuori, in questi tempi inquieti."

 

(pausa)

 

"Più pregherete con il cuore e più l'immagine mistica del Mio Figlio benedetto, Gesù Cristo, si imprimerà nei vostri cuori. Così voi vi avvicinerete ogni giorno di più alla vera Salvezza."

 

(pausa)

 

"Figli diletti! Lasciate le vanità effimere del mondo e fate - con la Grazia Divina e col concorso libero della vostra umana volontà - della vostra vita un cammino - santo e faticoso, ma pur felice - verso il Cielo. Amen."

 

(pausa significativa)

 

"Figli amatissimi, rinunciate ai peccati: ad ogni peccato; e, segnatamente, a quelli mortali, che tanto fanno misticamente sanguinare il Cuore Sacratissimo di Mio Figlio Gesù."

 

(pausa significativa)

 

"Figlia amatissima, va' in pace e, con gli Angeli Santi, adora il Mio Figlio che in questa Santa Messa, ancora una volta, mirabilmente si sacrifica per voi tutti uomini, da Lui immensamente amati."

 

(pausa)

 

"Va' in pace".

 

Locuzioni interiori ricevute il 7 ottobre 2019, memoria liturgica della Beata Vergine Maria del Rosario, in chiesa.  

   

 


Il silenzio del Sacro Cuore

 

- TEMPO DI PREGHIERA E DI SANTA RICONCILIAZIONE -

 

All'inizio della Santa Messa mattutina, mentre il sacerdote fa il segno della Croce, dicendo: "Nel Nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo", odo nella mia anima:

 

"AscoltaMi, Sabrina. Io sono Cristo."

 

(pausa significativa)

 

"Ecco che Io oggi vengo a te dal Cielo per dirti le seguenti cose:

- scrivi, per prima cosa, sul Mio Sito, esso prezioso, che per un certo tempo non detterò altri Messaggi.

Desidero che i Miei cari figlioli rileggano, e meditino, con il cuore quanto ho fino al presente donato loro, per tuo tramite. Amen."

 

Nota bene: in una rifrazione interiore, ho percepito che il Signore desidera ardentemente che meditiamo la Sua Parola rivelata nel Santo Vangelo.

 

(pausa significativa)

 

"- Ancora: questo del presente sia per voi, o figli e figlie, Miei amatissimi, tempo di preghiera - sì, la preghiera del cuore - e di santa riconciliazione: vi invito, o figlioli Miei diletti, ad accostarvi con cuore contrito al dolce e potente Sacramento della Mia Divina Misericordia, la Santa Confessione."

 

"Mediante la ricezione, frequente e devota, dei Miei Santi Sacramenti e pregando con il cuore, voi, o figlioli, diventerete vincitori su tutte le insidie del mondo, della carne e del nemico infernale. Amen."

 

(pausa significativa)

 

"Figlioli, Miei amati; Mie dilette figlie: Io sono il Sacro Cuore Amore.

Io sono la vostra Luce, la vostra vera Vita e Salvezza.

Io sono il Buon Pastore, e chi cammina dietro a Me non rimane nelle tenebre. Lasciate dunque le vanità del mondo - che sono effimere ed ingannevoli - e volgetevi completamente a Me che - solo - posso donarvi la vera Felicità, senza fine."

 

Pausa, a cui segue un contenuto di carattere personale.

Quindi il Signore Gesù conclude dicendomi:

 

"Va' in pace! Io ti benedico. Amen".

 

Locuzioni interiori ricevute il 21 agosto 2019 - memoria di San Pio X, Papa - in chiesa.

 



Dio è il nostro Dolce Padre

 

- MESSAGGIO DEL SACRO CUORE DI GESU' CRISTO

ALL'INIZIO DEL MESE IN ONORE DI DIO PADRE -

 

Poco prima della Santa Messa del mattino, odo nel mio cuore:

 

"Il Signore Dio è Mio Padre.

Il Signore Dio è, per Mia grazia, anche vostro Padre."

 

(pausa)

 

"OnorateLo, amateLo, adorateLo, serviteLo.

Servire Dio Mio Padre è regnare; perché Egli non è un aspro padrone, bensì il Dolce Padre. Amen."

 

"Per ora, o diletta, va' in pace. Amen."

 

***

 

In seguito, e precisamente dopo l'omelia del sacerdote, odo nella mia anima:

 

"Mio Padre, Dio, Sabrina, è il vostro Salvatore: è Lui infatti che Mi ha inviato.

 

Mio Padre, Dio, è, Sabrina, il vostro Supremo Maestro: difatti Io, Verbo Incarnato - che per voi uomini Mi sono liberamente umiliato fino alla morte, e a una morte di croce - non ho detto a voi, Miei figli e figlie - nel corso della Mia vita terrena -, non ho detto a voi se non quanto ho udito da Lui. Amen.

 

Mio Padre, Dio, Sabrina, è il Supremo Pastore del gregge che è tutta l'umanità.

Egli, da sempre, guarda con Immenso Amore ogni Sua creatura e, quando poi la chiama all'esistenza con la cooperazione dell'uomo e della donna, conduce la Sua amata creatura sulle Sue vie. Le indica la via del bene perché Egli desidera ardentemente che ogni creatura umana sia un giorno coerede del Regno dei Cieli e della Vita eterna."

 

Locuzioni interiori ricevute l'1 agosto 2019, memoria liturgica di Sant'Alfonso Maria de' Liguori, in chiesa.

 

 

 



Messages from the Sacred Heart of Jesus






 


Gentili lettrici e lettori, attualmente nulla vieta che questi "Messaggi del Sacro Cuore di Gesù" possano essere da voi diffusi a titolo gratuito (senza fini di lucro), citando però sempre la fonte da cui sono stati tratti: www.messaggidelsacrocuore.it 

 

Inoltre, precisiamo che non ci riteniamo responsabili per eventuali manomissioni del testo o di una frammentazione indebita e controproducente dello stesso.

 

Vista poi l’attuale imperfezione delle traduzioni automatiche, e considerato quanto sia importante che le sante parole di Nostro Signore e della Vergine Santissima siano accostate con precisione - esattamente come sono state pronunciate - noi garantiamo al presente solo la versione originale - italiana - leggibile in questo Sito.