2) Febbraio 1992

“O anima, tu devi sapere che, se per un certo tempo non ti ho parlato, questo è stato sommamente utile per aumentare in te l’umiltà per il dono che ricevi, e la pura fede.

VERAMENTE BEATI COLORO CHE, PUR NON AVENDO VISTO, CREDERANNO! BEATI VOI CHE VI TROVATE NELLA PIU’ GRANDE ARIDITA’ DI SPIRITO, PRIVATI DI OGNI CONSOLAZIONE SENSIBILE E, CIO’ NONOSTANTE, CONTINUATE A PERSEVERARE NELLA FEDE A ME, VOSTRO CRISTO, VOSTRO SALVATORE! IL CIELO VI ATTENDE IN FESTA MIEI ELETTI, FIGLI MIEI!

Guardati intorno, o anima dal Mio Cuore scelta, e cosa vedi? Dissipazione, peccato, tutto un cumulo di umane miserie che cercano affannosamente di non annegare nel fango del mondo, senza chiamarMi! Come potranno salvarsi senza di Me? Come?

Figli Miei, gettate le reti come il Mio caro Pietro ed avrete la vera vita; aprite i cuori alla Verità che salva e redime!

Vi prego Io, il vostro Dio: non ingiuriateMi più! Non vogliate attirare su di voi l’Ira Divina, bensì l’Amore!

Prega, o piccola Mia, prega col cuore e con la mente. Va’ in pace, ché Mi consoli.”

 

Leggo su un libro che c’è un Padre nei cieli che ci ama, e sento:

 

“Quanto vi amo, figli Miei! Quanto desidero espandere su di voi i torrenti inarrestabili della Mia misericordia e Pietà!”

 

Un Messaggio per un sacerdote …:

 

“Digli così. Il suo operato Mi è molto gradito ultimamente; desidero che sempre più egli spalanchi il suo cuore a Me solo; che si distacchi totalmente dalle preoccupazioni quotidiane e trasfiguri ogni gesto in vista del premio eterno.

Quel che questo Mio figlio desidera conoscere sta nel Mio Cuore Sacratissimo: che si affidi, in un atto di fiducioso abbandono, a Me.

Io devo disporre ogni cosa, senza violare mai la vostra libertà; ecco perché ad alcune domande non avrai risposta. Amen!”

 

“Dispiace anche a Me, ma non voglio che tu ti tormenti oltre! Ferite ben più profonde e dolorose angustiano il Mio Cuore, da parte dei Miei figli che mostrano una profonda ingratitudine ed odio persino verso Me, loro Redentore! Amen.”

 

“Ecco, domani sarà venerdì: il giorno del dolore, il giorno della Croce, il giorno del patire. Ed allora soffri con Me, senza lamento né affanno, con piena pace ed abbandono. Come è anche scritto: "Non uscì lamento dalla Sua bocca" … rimetti tutto nelle Mani del Padre, anima cara. Va’ in pace, che ti ho perdonata!”

 

Dopo l’adorazione eucaristica, una suora passa a salutarmi. Io dico a Gesù che quest’anima  Gli dev'essere cara …:

 

“Sì, Mi è molto cara; e non solo lei, ma tante Mie spose che compiono assiduamente e con vero amore la Mia Santissima Volontà su di loro.

Purtroppo, tante anime a Me consacrate feriscono il Mio Cuore, Lo dilaniano come cani; il dolore arrecatoMi da queste anime da Me predilette Mi è il più acuto e lancinante. Prega, prega per loro che si convertano ed abbiano la vita piena in Me.

Quali e quanti sacrilegi vengono compiuti persino dai Miei figli prediletti, i sacerdoti, che seguendo satana sulla strada dei sette vizi capitali, Mi incoronano il Capo con spine acutissime!

Pregate, figlioli Miei fedeli, ché il peccato dilaga enormemente nel mondo, quasi a voler ricoprire e sporcare ogni cosa. Chi potrà lavare una tale sozzura? SOLO IL MIO SANGUE E LE LACRIME DELLA MIA MADRE SANTA!”

 

“Questa sera Io voglio entrare nel tuo povero cuore e renderlo come un giardino fiorito, profumato con aromi d’ogni specie, ossia con ogni virtù e dono dello Spirito. Quante anime dei Miei figli somigliano maggiormente ad un prato inaridito, dove non cresce più la vita, dove dimora solo il fango e il fetore del peccato grave! Quante case (interiori) Io voglio abitare, in quanti cuori voglio dimorare, ma voi, usando male della vostra libertà, chiudete la porta a Me!”

 

 “Lo vedi, figlia mia? Ecco, Io - invece di incollerirMi con voi - offro ogni giorno il Sacrificio Perfetto, per rinnovare ad ogni momento l’opera della Redenzione, sempre attuale, da Me compiuta dal Calvario al sepolcro vuoto. Ascolta tante Messe quante ne puoi, che Mi dai diletto!

Ora va’ in pace, bambina Mia!”

 

“IO DESIDERO LA CONVERSIONE DEI MIEI FIGLI. ECCO PERCHE’ QUESTI MESSAGGI CHE TI HO DATO E TI DARO’ DEVONO ESSERE DIVULGATI … IO DESIDERO CHE SI SAPPIA CHE IO PARLO … Tu … sei solo un umile strumento di cui Io Mi servo per far conoscere le Mie Misericordie, figlia Mia.”

 

“Resta ferma ad adorarMi senza proferire parola alcuna. Solo guarda il Mio Cuore Eucaristico, affinché Esso sia il luogo del riposo per il tuo cuore così affranto …”

 

“Figlia Mia, ascoltaMi.

Io desidero che questi Messaggi siano divulgati al più presto …, poiché tanti Miei amati figli sono in pericolo di dannarsi. Desidero che … scorra sul mondo un torrente inesauribile di grazie spirituali e temporali.

Decidete voi, cari figli ai quali ho affidato questa missione, le modalità per la loro diffusione. Desidero però che vengano anche scritti, affinché quei Miei figli che li leggeranno e li comprenderanno col cuore, possano poi riprenderli per la meditazione personale e l’attualizzazione nella loro vita quotidiana …

Vi amo, cari figli: vi prego, non ostacolate la diffusione delle Mie parole, perché è veramente tanto il Sangue che spando per voi.

O MONDO PERVERTITO DAL PECCATO, TORNA AL TUO CREATORE!

Figlia Mia, ora va’ dal Mio servo … e riferiscigli quanto ti ho comunicato. Poi confessati pure che Mi fai piacere.
Va’ in pace!”

 

“Figlia Mia, anche Io ho atteso con ansia questo nostro incontro!

Vedi anche questi altri Miei figli che Mi adorano con te? Voglio che tu preghi per ciascuno di loro, singolarmente, come tu chiedi a Me di aver pietà di ogni Mio figlio per il quale ho sparso fino all’ultima goccia del Mio Sangue Santo e Riparatore.

Infatti, ogni persona che sta qui dinanzi a Me ha le sue angosce, i suoi turbamenti, i suoi peccati e sozzure.

Bravi figli fedeli! Avete trovato in Me il vostro sostegno, la roccia salda a cui appoggiarvi: ABBANDONATEVI A ME!...

Questa notte desidero parlare ai MIEI FIGLI LONTANI in questi termini: Cari figli, che correte sprovvedutamente verso l’Inferno, è anche per voi che Io dissi, supplichevole, al Padre Mio: "Padre, perdonali, perché non sanno quello che fanno!". E’ proprio vero, non lo sapete; il mondo vi vuole confondere: per questo chiama bene il male e male il bene! Oh, figli Miei, non ingannatevi; non lasciatevi  prendere nei lacci del mondo che vi inganna, piuttosto LASCIATE CHE SIA IO A LEGARVI A ME CON LE MIE DOLCI CATENE D’AMORE E VITA SANTA! CONVERTITEVI, FINCHE’ E’ TEMPO!

Satana combatte in questi anni una guerra accanita contro la Mia Chiesa e ogni singola anima, per portarla alla perdizione eterna.

Vogliate alzare, dunque, il vostro sguardo alla contemplazione delle realtà eterne: esse sole contano per voi, cari figli!

Guardate alfine la Mia Madre Santa, la Madonna … quante lacrime versa ancor oggi per voi! Qual grande spada trafigge il Suo Cuore Immacolato e Materno! Qual martirio Ella deve ancora subire a causa vostra!

O Miei diletti, cessate da questa vita perversa; DIMENTICATE IL PASSATO, QUANDO VI SIETE SPORCATI COL PECCATO! ORA, SE VOI LO DESIDERATE, TUTTO COMINCIA! Io vi corro incontro con le braccia spalancate e preparo un grandioso banchetto e danze, per voi, figli Miei prodighi!

Anima cara, vedi come vi amo tutti di una Carità immensa? Ora tocca a te, con … (nota: il mio direttore spirituale) alzare suppliche a Me per i tuoi fratelli e sorelle che si prostituiscono, volontariamente o involontariamente (nota: cioè per ignoranza) al peccato.

Su, figlia Mia, prendi coraggio: ecco, Io ti dono la Mia fortezza. Combattete figlioli, affinché si realizzi presto il Mio Regno d’Amore sulla terra. Amen!

Vai in pace …”

 

 


Comments