2010-06-06 Messaggio del Signore nella solennità del Corpus Domini

“O diletta, amen, ora prendi e scrivi, il Mio breve Messaggio, amen, per i Miei fedeli amati, amen, e non – non fedeli, amen – in questa Mia grande e gloriosa solennità, amen.”

 

(pausa)

 

“IO SONO IL SACERDOTE. AMEN.”

 

“IO SONO LA VITTIMA. AMEN.”

 

“IO SONO L’ALTARE PERFETTO E SACRO. AMEN.”

 

“SONO IL SACRATISSIMO, IL SANTISSIMO, AMEN, L’ADORATISSIMO DIO VOSTRO. AMEN.”

 

(pausa significativa)

 

“Figli cari, figlie Mie, e voi, o Miei eletti e sacerdoti, amen, IO MI SENTO DAVVERO COSI’ SOLO IN MOLTE – tante, amen – CHIESE VUOTE. Amen.”

 

(pausa)

 

“Voi, che dite di amarMi, amen, non venite da Me – Ostia Santissima e Sacrosanta, amen – solo per implorar grazie per voi stessi e/o per i vostri cari, amen.”

 

“Carissimi, non dimenticate, amen: IO – nell’Eucaristia, amen – SONO non una cosa, ma UNA PERSONA. AMEN. PERSONA VIVENTE E DIVINA per giunta, amen.”

 

(pausa)

 

“Figli cari, figlie Mie amate, amen, ringrazio oggi tutti quelli e quelle tra voi che spesso – sovente, amen – Mi tengono sincera e fraterna, amichevole compagnia in tante chiese vuote, amen; sì, che son vuote per tante ore durante il giorno … per non parlare delle notti … amen.

Sì, ringrazio tutti voi che, mediante la sincera adorazione in spirito e verità, amen, amen (riferimento a Giovanni 4,23), Mi tenete cara compagnia nella Mia mistica agonia dei tabernacoli. Amen.”

 

(pausa)

 

“Figli cari, figlie Mie amate, amen, quest’oggi, Mia grande festa – soprattutto nel Cielo santo e diletto, amen: Mio Regno, amen – Io vi ricordo anche tre parole legate a Me Ostia, e che vi prego oggi non dimenticare, amen.

La prima parola è RIPARAZIONE.

Sì, riparazione per tante attuali Sante Comunioni ricevute da molti col peccato mortale nel loro cuore. Amen.”

 

“La seconda parola è AMORE.

Io vi ho amati al sommo in questo Sacramento sublime dell’Eterno Mio Amor Divino, e AMOR CON AMOR SI PAGA. Amen.”

 

“La terza parola è sacro RISPETTO per questo Mio altissimo Mistero. Amen.

Figli Miei, figlie care, amen, vi chiamo sì a purificare il cuore prima e quando vi accostate a Me, amen; ma vi richiamo anche ad un contegno e ad un abbigliamento che siano - nel contempo, amen - e rispettosi verso la Mia Santissima, Divina Persona, amen, e non scandalizzanti – gravemente e profondamente, amen – il prossimo o i prossimi vostri. Amen.”

 

“Mi raccomando che tutto ciò che Io qui ho chiesto, o Sabrina eletta cara, amen, sia molto presente e vissuto negli incontri di preghiera estivi che ti – e vi, amen – ho chiesto: incontri di PREGHIERA RIPARATRICE. Amen.”

 

(pausa)

 

“Puoi andare in pace, o … Mia serva … Amen.”

 

“Sono L’OSTIA SANTISSIMA, IL VERO AMORE, L’UOMO DIO … CRISTO GESU’. AMEN.”

 

“Ti benedico, amen, e con te … tutti coloro che sinceramente Mi amano ed onorano nel Sacramento del Mio Amore Supremo. Sì, il Sacramento dei Sacramenti: l’Ostia Santa e Diletta. Amen, amen, amen”.

 

 

Locuzioni interiori ricevute domenica 6 giugno 2010, solennità del Corpus Domini, durante un’adorazione al Santissimo Sacramento.

 

 

Comments