2018-03-05 Messaggio del Sacro Cuore per l'Italia

- La Chiesa offuscata -


Durante il ringraziamento per la Santa Messa mattutina, odo nel mio cuore:

 

"O diletta! (nota: detto con un tono di voce che esprime dolore)

Io sono il Cristo."

 

(pausa significativa)

 

"Vengo quest'oggi a te, dopo queste elezioni politiche, per esortare i Miei figli credenti italiani, e coloro che credono in Me nel mondo intero - e soprattutto in Europa -, per esortarli, dunque, ad una forte preghiera per l'Italia.

L'Italia, : la Mia nazione prediletta: benedetta nei secoli con molti grandi Santi e Sante, e con il fiorire di molte Opere di bene, che trovarono in Me la loro origine e il loro ultimo, supremo fine. Amen."

 

"L'Italia, che però, al presente e non da un giorno, ha voltato le spalle a Me e al Buon Padre Celeste, che tanto l'aveva benedetta e riguardata con intenso, e sempre fedele, Divino Amore."

 

(pausa)

 

"Figlioli diletti, figlie Mie amate: Pregate! Pregate! Pregate! perché la nazione che rifiuta Dio - e la vita - non ha vero futuro, e soprattutto le sue anime non hanno e non avranno la salvezza eterna.

Con ciò intendo dirti, o Sabrina eletta Mia, che molte anime vanno all'Inferno: anche tra gli italiani, al presente, molti cadono nel fuoco infernale. Là ove non c'è più rimedio, e mai più pace, in eterno. Amen."

 

(pausa significativa)

 

"Aborti - a milioni - ; eutanasia; unioni, cosiddette civili, contro natura.

Disprezzo della vita; pratiche abominevoli compiute sugli embrioni umani."

 

"Tutto ciò grida vendetta al Trono della Maestà Eccelsa; e, di fatto, il Padre castigherà presto il mondo, e l'Italia, con sofferenze tali che voi, almeno in parte, non potete neppure immaginare.

Pregate! Pregate! Pregate!"

 

(pausa significativa)

 

"E la Mia povera Chiesa? ... Ecco, colei che dovrebbe essere faro e luce di Verità - la Mia Verità - si è, in gran parte, offuscata; e così getta fumo, non più vera luce, amen, sulle povere anime, sulle povere pecorelle del Mio gregge, che è sulla terra. Amen."

 

(pausa significativa)

 

"Per ora, o Sabrina, tu puoi andare in pace.

Lavora sempre per Me e per il Mio Regno di Amore e Giustizia ...

Va' in pace!".

 

Locuzioni interiori ricevute il 5 marzo 2018, lunedì della terza settimana di Quaresima, in chiesa.

 

 

 

Comments