2018-06-20 Nell'eccesso della Misericordia del Mio Sacro e Divin Cuore...

- Il Signore Gesù è Realmente Presente nell'Ostia Consacrata, e così sarà

finché le sacre parole della Consacrazione non saranno mutate e alterate -



All'ora del Vespro, durante un'adorazione comunitaria silenziosa al Santissimo Sacramento dell'altare, odo nel mio cuore:

 

"Questo Messaggio, Sabrina, è il coronamento dei Miei due precedenti."

 

(pausa significativa)

 

"Può esistere un papa eretico?

Ma, se uno è eretico, non è forse vero che, per ciò stesso, non è più papa?"

 

"E allora, perché ti ho chiaramente confermato la validità delle Sante Messe celebrate attualmente nella Chiesa Cattolica, anche quando esse siano officiate da pastori che sono eretici?"

 

(pausa)

 

"Sabrina, l'Amore che arde nel Mio Sacro Divin Cuore è GRANDE.

Non voglio lasciare, le Mie pecorelle amate, digiune di Me, perché non vengano meno sullo stretto sentiero della Vita (Matteo 15,32 e Matteo 7,13-14), che al Cielo - Luogo e Stato di Felicità ineffabile - conduce."

 

(pausa significativa)

 

"E' per questo che nell'eccesso della Misericordia del Mio Sacro e Divin Cuore, Io prometto la Mia vera Presenza Eucaristica anche nelle Messe celebrate dagli indegni: i Miei ministri, poveri peccatori, in stato di peccato mortale.

Ma non solo: Io Mi rendo Realmente Presente anche nelle Messe celebrate da pastori che, già attualmente, sono preda di gravi errori e sono caduti nell'eresia: in una o più eresie. Amen."

 

Nota: quando il Sacro Cuore ha detto le sante parole - così confortanti, luminose e chiarificatrici - qui sopra riportate, non ho potuto fare a meno di coglierne la somiglianza con quanto il Signore Gesù disse alla Sua Santa serva, Suor Margherita Maria Alacoque, nella Solenne Promessa che le fece, a riguardo della devozione dei Primi nove Venerdì del mese.

Nell'affermare questo faccio riferimento sia ad alcune espressioni verbali, che il Signore ha usato in ambo le rivelazioni; sia - soprattutto - alla Bontà sconfinata del Divino Cuore, il Quale, ardendo di Infinito Amore per ciascuno di noi, Suoi figli e figlie, compie prodigi stupendi di autentica Misericordia, pur di cercare di trarci tutti al porto beato della Salvezza e della Vita eterna.

Infatti, il Sacro Cuore di Gesù disse a Santa Margherita Maria:

 

"Io ti prometto, nell'eccesso della Misericordia del Mio Cuore, che il Mio Amore Onnipotente concederà a tutti quelli che si comunicheranno al primo venerdì del mese per nove mesi consecutivi, la grazia della perseveranza finale. Essi non moriranno in Mia disgrazia, né senza ricevere i Sacramenti, e il Mio Cuore sarà loro asilo sicuro in quell'ora estrema".

 

***

 

"E questo Io faccio - in unione perenne e sommamente amorosa con Dio, Mio dolce Padre, e con il Divino Nostro Paraclito - per quell'Incommensurabile Amore che ha portato Me, Verbo Eterno ed Immortale, ad assumere, nella pienezza dei tempi, la vostra vera, povera carne mortale. PER SALVARVI. PER RIAPRIRVI, O FIGLI, LE PORTE ARCANE DEL PARADISO, SERRATE DAL PRIMO PECCATO (Galati 4,4-5). AMEN."

 

(pausa significativa)

 

"Quindi, o figli e figlie, Miei amatissimi, della Chiesa Cattolica: sappiate per certo che, fintanto che le sacre parole della Consacrazione non saranno mutate e alterate, IO, SANTISSIMO SACRAMENTO - conforme la Mia irrevocabile promessa: di essere con voi tutti i giorni, sino alla fine del mondo (Matteo 28,20) - sarò realmente con voi, o Mia Chiesa in faticoso cammino nel tempo. Amen."

 

(pausa)

 

VI AMO, figli! VI AMO!

IL MIO CUORE SQUARCIATO E', PER OGNUNO DI VOI, LA FONTE E LA SORGENTE PERENNE DELLA DIVINA MISERICORDIA.

Io sono Gesù, il Salvatore."

 

"Va' in pace!".

 

Locuzioni interiori ricevute il 20 giugno 2018, in chiesa.

 

 

Comments