2016-07-01 Ultimo Messaggio del Sacro Cuore, per ora

Il seguente santo dettato è stato ricevuto durante l'adorazione eucaristica comunitaria, seguente la Santa Messa del primo Venerdì del mese.

Il tono della Voce del Signore esprimeva il Suo grande Amore; ma anche, nei passaggi di ammonimento rivolti a certi prelati, giusta severità. Egli mi è parso dolorosamente stanco.

 

"O diletta, Io sono il Cristo, il tuo Dio.

AscoltaMi."

 

(pausa)

 

"Anzitutto, oggi, al principio del mese in onore del Mio Preziosissimo Sangue, Io ti dico: dopo nove anni, smetterò, per un certo tempo, di parlarti ..."

 

(pausa)

 

"E dunque: mesi fa, mentre tu soffrivi e ti consumavi interiormente per le sorti della Mia Santa Chiesa in terra, lui - il papa - che faceva? Se la rideva con il suo compare Bruno Forte (http://www.lanuovabq.it/it/articoli-metti-una-sera-con-dalema-e-forte-a-parlare-di-satana-15370.htm). Sì, compare: pari a lui, per certi aspetti, nella meschinità dell'anima.

Ed anzi, oggi dirò anche di più: a Francesco, a Forte, a Kasper, a Spadaro, a Marx: CONVERTITEVI!

Sì, figli che Io amo, ma che siete voluti divenire figli del Mio grande dolore, poiché, ogni giorno di più, state portando gran parte della Chiesa - le anime a voi affidate, che sono molte - fuori strada.

E voi, e altri vescovi e cardinali vostri pari, state realmente trasformando la Mia Chiesa - Santa e Cattolica - in una misera setta protestantica. Amen."

 

(pausa significativa)

 

"Ed ora, a voi e a Me, figli, pastori della Mia Santa Chiesa in terra.

Fino a quando, Francesco, Io dovrò sopportare i tuoi discorsi, così spesso improvvisati e troppo raffazzonati? Non è così che deve parlare un papa!

Ma tu sei ancora il Mio santo Vicario in terra? o per chi altri stai ministrando?

Vuoi servire il mondo e i suoi poteri? conformarti ad esso? Ti avverto, perché ti amo: guarda che il mondo - e i mondani - è falso e ingannevole, e che quindi ti esalta e ti lusinga, prima di colpirti - e lasciarti per terra abbandonato - con la sua bestiale zampata."

 

(pausa)

 

"E tu, Walter, "grande teologo"!?

Si dice che hai vinto. E che cosa - chiedo - hai vinto?

Tu, in realtà, in verità, sei - e sarai, se non ti converti - fautore della rovina eterna di un gran numero di anime.

Insieme al tanto - vanamente - osannato cardinale Carlo Maria Martini e ad altri prelati ultraprogressisti, tu sei al presente la rovina, la grande disgrazia della Mia mistica Sposa, la Chiesa di Roma in terra!

RAVVEDITI, RAVVEDITI! prima che per te sia tardi."

 

(pausa significativa)

 

"E voi tutti, o prelati impuri, o prelati disonesti, o vescovi omosessuali e - certi di voi - pedofili: pensate che la Scrittura parli vanamente quando afferma che Io, lo Spirito di Gesù - con Dio Padre e lo Spirito Santo - vi amo fino alla gelosia (riferimento alla Lettera di San Giacomo, 4,5)?

Io vi ho chiamati ad essere CONSACRATI A ME,  in un modo del tutto particolare; e voi, invece, che cosa ne avete fatto? Un'orgia! e un'orgia delle più indegne, se è vero - come purtroppo lo è - che nel vostro letto Io, delle volte, vedo un uomo giacersi con voi!"

 

(pausa)

 

"Cosa credete: che Io non vi veda? Che Io non Mi ricordi? Che sia uno smemorato?...

Sono colmo di Ira Santa, nel Mio Cuore, nei vostri confronti: e non solamente perché voi peccate gravemente e Mi trafiggete dolorosamente il Cuore, facendoLo abbondantemente sanguinare. Ma soprattutto perché voi peccate OSTINATI, CON GRANDE MALIZIA.

Fino a quando dovrò sopportarvi?"

 

"Sono stanco, e presto castigherò, e pulirò la Mia aia, che oramai, Sabrina, eletta cara, è troppo sporca. Sporca e sozza, come la peggiore delle meretrici. Amen."

 

(pausa significativa)

 

"O Sabrina: a che pro continuare a scrivere - per te - e a dettare - per Me - questi Miei santi Messaggi? quando il risultato è, al presente, questo: il mondo è sempre più empio e la Mia Chiesa sempre più decadente e corrotta.

Ritengo - Io che sono la Sapienza Eterna, ed Incarnata, nella pienezza dei tempi - che sia molto meglio che le anime che sinceramente Mi amano - e che sono poche, molto poche - si applichino nei tempi presenti a pregare, e a sacrificarsi, per quanto possibile."

 

Pausa significativa, a cui segue un contenuto di carattere personale.

Poi il Divino Maestro conclude dicendo:

 

"Figli Miei cari, figlie Mie amate, pregate molto per la Chiesa e per Francesco: poiché un sommo pontefice che esalta Lutero (http://w2.vatican.va/content/francesco/it/speeches/2016/june/documents/papa-francesco_20160626_armenia-conferenza-stampa.html) è veramente degno di essere compatito e di essere aiutato ogni giorno con molte preghiere da parte vostra."

 

"E infine pregate, o figli, per tutti i vostri fratelli e sorelle cristiani perseguitati: perché abbiano la forza per rimanerMi fedeli sino alla fine. Amen."

 

(pausa significativa)

 

"Va' in pace, Sabrina.

Coraggio! Io rimango sempre con te ...

Va' in pace!"

 

"Sono il Cristo, il Signore tuo Dio; il Sacro Cuore Amore. Amen. Amen. Amen."

 

"Va' in pace!".

 

 

Locuzioni interiori ricevute il 1° luglio 2016, in chiesa.

 

 

Comments