2017-05-07 Sul terzo segreto di Fatima e sulle gravi incongruenze del magistero di papa Francesco

Il seguente santo dettato è qui riportato integralmente.

All'inizio dell'adorazione al Santissimo Sacramento, dopo il Divino Sacrificio, odo nel mio cuore:

 

"E' vero: una parte del così detto terzo segreto di Fatima non è stata ancora rivelata dagli uomini, preposti a far questo, della Mia Chiesa in terra; e ciò perché in essa parte celata si parla dell'apostasia in seno alla Chiesa stessa, e fino ai suoi vertici; ed anche di cataclismi spaventosi. Amen."

 

(pausa significativa)

 

"E dunque, Sabrina, Mia diletta cara: il predicatore, oggi, ha affermato che papa Francesco annuncia il Vangelo alla lettera."

 

"Ma, se così è, Mi si spieghino le sue gravi incongruenze - ad esempio, proprio a riguardo della Comunione Eucaristica concessa da Francesco ai divorziati civilmente risposati - rispetto al santo magistero annunciato e proclamato in merito dal suo Santo predecessore, Giovanni Paolo II."

 

"Ha sbagliato, dunque, la Mia Chiesa nel canonizzare, nell'elevare agli onori degli altari, questo eletto, e molto intelligente, figlio della Polonia?"

 

- Di certo no, non ha sbagliato, mio Signore. -

 

"Eppure, Sabrina, qui qualcosa non quadra: perché come prima si accettava - almeno a parole, e comunque non da tutti - il santo magistero del Mio carissimo figlio Karol Wojtyla, così ora si accetta - e si esalta persino! e questo dai più - un magistero che, in verità, è, per non pochi aspetti, antitetico a quello che era insegnato in precedenza. Amen."

 

(pausa significativa)

 

"Sabrina, Io ti dico qual è la verità: la Chiesa, purtroppo - e questo trafigge profondamente il Mio Cuore Santissimo - vuole, in non pochi dei suoi membri, essere prona al mondo e alle sue logiche perverse ed anticristiche.

E sai qual è una delle ragioni principali di un così grande ottenebramento e di una così spaventosa deviazione, dottrinale e morale?

La ragione è questa: molti - troppi - cuori sacerdotali, ed episcopali persino, non vivono più - non vogliono più vivere - LA SANTA PUREZZA. Amen."

 

(pausa)

 

"E così satana - con i suoi satelliti - ha buon gioco nel condurli sempre più a percorrere la sua via larga (riferimento a Matteo 7,13). Via larga in cui essi trovano abbondante pascolo avvelenato: sesso sfrenato, denaro facile, successo mondano; potere a piene mani. Quest'ultima cosa che t'ho detta riguarda soprattutto, ma non in modo esclusivo, coloro che, tra essi, si sono prostituiti entrando nella massoneria, anche ecclesiastica. Amen."

 

(pausa significativa)

 

"Per ora, Sabrina, Mia diletta cara, va' in pace; ma sappi che Io tornerò a parlarti, per amore di quelle poche pecore che, nel Mio gregge in terra, ancora cercano la Verità. Amen.

Va' in pace! Ti benedico. Amen".

 

Locuzioni interiori ricevute il 7 maggio 2017, Domenica del Buon Pastore, IV° di Pasqua, in chiesa.

 

 


Comments