2019-05-30 Il Signore ci incoraggia nella solennità della Sua gloriosa Ascensione

Appena giunta in chiesa, per partecipare alla Santa Messa mattutina, odo nel mio cuore:

 

"Sabrina, ascoltaMi. Io sono Cristo. Amen."

 

(pausa)

 

"..."

 

(pausa significativa)

 

"Sabrina, ascoltaMi ancora; per le Mie amate anime; amen."

 

"Figlie dilette, redente dal Mio Prezioso Sangue, Io, Gesù Cristo, ormai prossimi al Mio santo mese, vi esorto fortemente a viverlo tutto nella Grazia, senza lasciarvi irretire dalle attrattive mondane che, per certi aspetti, si fanno più pungenti e forti - falsamente forti - con l'arrivo dell'estate."

 

(pausa significativa)

 

"Figlioli amati, anime tutte, cristiane cattoliche: ricordate, e tenete ben presente la vostra alta dignità: quella sublime dignità di figli e figlie di Dio Padre, che vi ho donato a caro prezzo: , col prezzo di tutto il Mio Prezioso Sangue effuso sul Legno della Santa Croce."

 

(pausa)

 

"Ricordate, figli, specie quando la stretta del dolore si fa più acuta, nella vostra vita mortale e transeunte: figli, figli e figlie, Miei amatissimi: LA CROCE NON E' L'ULTIMA PAROLA!"

 

(pausa significativa)

 

"Coraggio, figli, coraggio!

La vita è breve: considerate questo. Ciò sia per voi pensiero salutare, sicché voi, con maggior slancio interiore, vi decidiate a tendere ai Regni Celesti, disprezzando questo mondo. Amen."

 

(pausa significativa)

 

"Figlioli amati, Io sono quel Gesù che, glorioso, sta assiso in eterno alla destra di Dio Padre.

Coraggio! La vostra Speranza è salda, perché Io, Cristo - Dio e Uomo vero -, ho portato veramente la vostra natura umana in seno alla Santissima Trinità."

 

Nota: queste sante parole sono state pronunciate in tono solenne.

 

(pausa significativa)

 

"La Speranza certa della futura gloria vi sia di forte e verace conforto nelle prove di questi tempi difficili ... e che saranno sempre più difficili.

E questo perché la gran parte dell'umanità Mi rifiuta.

Sì, rifiuta il Mio Amore Misericordioso perché preferisce avvoltolarsi nel fango immondo dell'impurità, del cuore e del corpo."

 

Nota: in una rifrazione interiore ho percepito che la "Speranza certa" della gloria celeste riguarda non tutti indistintamente, bensì i credenti che si impegnano operosamente a camminare in fedeltà e amore al Signore.

 

(pausa significativa)

 

"Va' in pace, Sabrina: Io sono sempre con te. Va' in pace!".

 

Locuzioni interiori ricevute giovedì 30 maggio 2019, solennità dell'Ascensione del Signore.

 

 


Comments