2018-09-24 Messaggio del Sacro Cuore alle famiglie cristiane

Sto pregando il Santo Rosario, quando odo nel mio cuore:

 

"Sabrina, ascoltaMi. Io sono il Cristo. Amen."

 

(pausa significativa)

 

"Sabrina, per il bene delle anime immortali bisogna dire anche le parole scomode. Quelle parole che tanto fastidio danno alla vostra umanità, corrotta e peccatrice. Amen."

 

(pausa)

 

"E, quindi, stasera - in questo vespro benedetto, a tre mesi esatti dalla Notte del Mio Santo Natale -, Io, Divino Maestro, ti dico: delle volte, ci sono genitori - padri e madri - che si lamentano: sì, lamentano che hanno dei figli - bambini o, più grandi, adolescenti - che essi non riescono a dominare - Io dico meglio: ad educare -, perché, essi figli e figlie, sono caparbi e superbi e ostinati."

 

"Io desidero stasera invitare questi genitori ad un serio e sereno esame di coscienza, per vedere in se stessi, anzitutto, questo: se per caso non siano essi, per i primi, i superbi e i ribelli: e non nei confronti di un'altra creatura umana, bensì di Dio stesso, del Quale, anche da molto tempo, trasgrediscono "tranquillamente" i Santi Comandamenti della Sua perfetta Legge (Giacomo 1,25): la Legge dell'amore; la Legge dell'amore evangelico, sgorgata purissima dalla Fonte - mistica, incontaminata e ricca di Grazia - del Mio Sacro Cuore. Amen."

 

(pausa significativa)

 

"Diletta anima, ti ho dettato questo santo dettato per le famiglie cristiane, a tre mesi esatti dal Mio Santo Natale, perché Io le amo.

E' grande il Mio desiderio che esse siano piccole chiese domestiche, e non più porcili, e come stalle sudice, nelle quali satana - il Nemico - si pasce maledetto.

La Mia Grazia, cari coniugi cristiani, può rendere possibile quello - castità, purezza, modestia, amore fedele e reciproco, e apertura alla vita: con semplicità di cuore e santa generosità e avveduta responsabilità umana - che alla vostra povera natura, decaduta e fragile, mai sarebbe possibile realizzare."


(pausa)

 

"Per ora, o diletta anima, tu puoi andare in pace, e con la Mia santa e sacra benedizione.

Il Mio Sangue, che ancora sta scendendo sulla tua anima per la Santa Assoluzione - che hai ricevuto in dono, ancora una volta, stamani - rende ... il tuo udito spirituale maggiormente atto ad udire la Mia Santa e Divina Voce.

Va' in pace".

 

 

Locuzioni interiori ricevute il 24 settembre 2018, in chiesa.

 


 
Comments