2018-03-24 Il dolce frutto del dolore accettato con amore

- LO SPOSO DIVINO, GESU' CRISTO, CI INTRODUCE NELLA SETTIMANA SANTA -


Durante la proclamazione della Prima Lettura della Santa Messa mattutina, odo nel mio cuore:

 

"Scrivi, diletta."

 

(pausa)

 

Le seguenti sante parole sono state pronunciate con Voce nel contempo soave, amorevole e maestosa:

 

"Dalla sofferenza, accettata con amore, si effonde un balsamo di mistica dolcezza, che invade tutta l'anima, come un amplesso soavissimo ..."

 

Nota: constato la consonanza di questo sublime Messaggio con il Vangelo oggi proclamato nella Santa Messa (Rito Ambrosiano): ossia, con le consolanti espressioni del Divino Maestro, al capitolo 11 di San Matteo:

- 28Venite a Me, voi tutti, che siete affaticati e oppressi, e Io vi ristorerò. 29Prendete il Mio giogo sopra di voi e imparate da Me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per le vostre anime. 30Il Mio giogo infatti è dolce e il Mio carico leggero -.

 

(pausa significativa)

 

"Va' in pace!

Io sono Cristo, il Signore Dio tuo, lo Sposo dolcissimo e supremo. Amen".

 


Locuzioni interiori ricevute il 24 marzo 2018, Sabato in Traditione Symboli, in chiesa.

 

 

 

Comments