2018-10-26 Il Sacro Cuore chiama a conversione le monache, Sue spose, profanate dall'impurità

Subito dopo il termine della Santa Messa mattutina, odo nel mio cuore:

 

"E' necessario parlare oggi di un'altra piaga, un po' più nascosta, ma comunque presente a ferire il cuore della Mia santa Chiesa in terra."

 

(pausa)

 

"Questa piaga è il lesbismo diffuso - come sistema, non come atto singolo di fragilità umana - in certi monasteri, che Io so."

 

(pausa)

 

"Oggi, giorno del Mio patire santo ed atroce, Io, Gesù Salvatore, chiamo a conversione quelle tra le Mie spose - monache - che si sono lasciate corrompere e profanare il cuore - che doveva essere tutto a Me dedicato - dal demonio dell'impurità, della lussuria e degli atti contro natura, Asmodeo."

 

Nota: in merito al demonio Asmodeo - e soprattutto alla vittoria del Signore nei Suoi servi che Lo amano con buona volontà -, vi invito a leggere il Libro di Tobia (Sacra Bibbia, Antico Testamento).

 

"O Mie colombe orrendamente ferite, vi supplico: PRESTO TORNATE A ME!"

 

"Io sono ben disposto a riaccogliervi con immenso e Divino, ineffabile Amore, se voi decidete di tornare a Me, con sincero amore e con limpido pentimento."

 

(pausa significativa)

 

"E tu, o Sabrina, Mia vittima sacra, prega con il cuore, ogni giorno, per i religiosi e le religiose che tradiscono gravemente la loro propria vocazione, svendendo le loro anime al principe di questo mondo (Giovanni 12,31): colui che è menzognero ed omicida fin dal principio (Giovanni 8,44)."

 

"Va' in pace!".

 

Locuzioni interiori ricevute venerdì 26 ottobre 2018, in chiesa.

 

Comments