4) Settembre 2007

“Mia diletta, Io t’amo. Scrivi.

Oggi è un gioioso anniversario, Mia diletta, Mia cara.

E’ una morte di Cielo quella di tua sorella, l’eletta anima, l’eletta persona di Santa Teresa di Gesù Bambino e del Volto Santo.

Vedi? Era così piccola e Io l’ho colmata di sapienza - la Mia Sapienza - tant’è che la Mia Chiesa in terra non solo l’ha elevata agli onori degli altari, bensì ha anche decretato che lei fosse Dottore della Chiesa, cioè una maestra nelle Mie vie – vie di Cielo – come insegna l’Apostolo (riferimento a Efesini 4,11). Amen.

Era così povera! Nulla voleva per sé in questa vita, e ciò per possedere Me: Bene eterno, Sole che non tramonta, Giorno che non muore, Fiore purissimo, Giglio che non appassisce.

Ella è anche riconosciuta patrona delle Missioni Cristiane: affidati a lei, che t’aiuti nella diffusione dei Miei celesti Messaggi - le Mie parole piene di Santità - perché tutto avvenga, si svolga, si operi solo per la Mia maggior gloria e per la salvezza ETERNA delle anime …

Ed ora veniamo a Me …, dolce colomba Mia. Sono il Giglio delle valli, perché voglio, desidero, ardo dalla brama santa – come solo un Dio può ardere – di rimanere qui in terra, realmente Presente, Mia diletta, com’è ora qui dinanzi a te. "Delle valli" perché accetto persino, in questo Sacramento di supremo Amore, di essere calpestato. Sì, calpestato: da coloro che Mi profanano volontariamente, con odio grande, e dalle anime in peccato mortale – e non sono poche – da cui sono ricevuto MALAMENTE durante le Messe.

O Mia diletta, ciò che Io istituii come mezzo supremo di salvezza, si converte, per loro colpa e malizia, nello strumento principale della loro perdizione ETERNA! Tra queste anime ci sono anche dei consacrati. Almeno tu ripara, Mia colomba …!... Mia diletta, sono triste. HO SETE DI LORO! Almeno tu consolaMi col tuo amore caldo e tenero, premuroso e ardente.

Sono con te, con voi, con la famiglia spirituale. Benedico.

Il tuo Cristo, che è qui Nascosto dinanzi a te. Amen, amen, amen.”


Locuzioni interiori ricevute domenica 30 settembre 2007, anniversario del felice transito di Santa Teresa Martin, da questo esilio al Cielo.



Comments