2017-03-19 "AiutateMi a portare, a sorreggere la Mia Santa Croce!"

Dopo la devota visita alla cripta del santuario, entro nella chiesa soprastante e, non appena mi trovo dinanzi al Santissimo Sacramento e genufletto, odo nel mio cuore, detto con particolare intensità:

 

"Mia diletta, ascoltaMi."

 

Mi assido quindi in un angolo del santuario, poiché tra non molto inizierà la seconda Santa Messa del pomeriggio, e odo:

 

"Mia diletta, quanto soffro! Ogni giorno di più, da parte dei nemici di Essa, si lavora e si opera al fine di demolire e distruggere la Mia Santa Chiesa in terra; e, tra l'altro, la sua struttura gerarchica da Me stesso voluta."

 

(pausa)

 

"Ho necessità, ora più che mai, dell'apporto benefico, per il Mio Corpo Mistico, della preghiera dei buoni - dei fedeli, delle anime in Grazia Mia - e dei sacrifici, offerti con grande amore, dalle Mie anime vittime: quelle che Io - Gesù Cristo, Dio Vivo - ho sparse qua e là, nel mondo intero. Amen."

 

(pausa significativa)

 

"Figli cari, uomini pii - ma quanto siete pochi! - e figlie Mie amate - donne devote e sante, virtuose - tra cui amo oggi segnalare le Mie spose fedeli claustrali e le madri sante (nota: madri di famiglia, Egli intende) -, quando la croce quotidiana, e prolungata nel tempo, vi appare più pesante ed aspra, Io vi prego: PENSATE A ME! VOLGETE IL VOSTRO SGUARDO INTERIORE, GLI OCCHI PIENI DI FEDE DELL'ANIMA VOSTRA, A ME, GESU' VOSTRO BUONO, CHE, TUTTO FERITO E SANGUINANTE, PERCORRO CON IMMENSA FATICA E CON IMMISURABILE DOLORE LA VIA STRETTA DEL CALVARIO. E PUR TUTTAVIA NON DEVIO - NON VOGLIO DEVIARE - NEPPURE MINIMAMENTE DA QUEL CAMMINO DOLOROSISSIMO CHE IL DOLCE PADRE MIO HA PREDISPOSTO PER ME NELLA PIENEZZA DEI TEMPI, ACCIO' IO FOSSI PER CIASCUNO DI VOI IL REDENTORE UNICO ED AMABILISSIMO."

 

(pausa)

 

"Figli cari, figlie amate! Ve ne prego! AiutateMi a portare, a sorreggere la Mia Santa Croce! Oh! sapeste quanto è pesante!"

 

"A renderla così pesante hanno contribuito, e ancora lo fanno, i falsi pastori-giuda e i falsi profeti e maestri-caini. A causa loro, un numero ancora più grande di anime cristiane si è incamminato, di questi tempi, sulla via larga della perdizione, che all'Inferno eterno conduce. Amen."

 

(pausa)

 

"Sabrina, Mia cara, va' in pace, per ora; ma sii consapevole che Io tornerò; tornerò presto a parlarti perché i tempi sono molto, molto cattivi (riferimento a Efesini 5,15-16)."

 

"Va' in pace! Io ti benedico. Amen."

 

"Il Cristo, Dio tuo. Amen".

 

 

Locuzioni interiori ricevute la terza Domenica di Quaresima, 19 marzo 2017, nel santuario della Madonna del Bosco ad Imbersago (LC).

 

 

Comments