2008-03-26

“O Mia diletta, scrivi. Amen.”

 

“Sono qui, ancora una volta, con grande pazienza e misericordia, a parlarti al cuore, seppur brevemente, per i Miei sacerdoti. Amen.

Mia diletta, è ora che la finiscano, certi di loro, di vivere un’esistenza ipocrita e falsa, da veri sepolcri imbiancati. Amen.

E’ ora che si convertano, prima che piombino su di loro improvvisi CASTIGHI SENZA RIMEDIO. Amen.

Sì, si convertano, che ancora Io gliene concedo il tempo propizio ed opportuno. Amen …

Desidero dare loro MESSAGGI DI VITA NUOVA, ma fino a quando vorranno seguire CONSAPEVOLMENTE la VIA DELLA MORTE – IL PECCATO – queste Mie parole sante non gioveranno loro in nulla. Amen.

Va’ in pace, diletta! Amen”.

 

 

Locuzioni interiori ricevute il 26 marzo 2008, in chiesa, durante le Giornate Eucaristiche.

 

Comments