2018-08-28 Ardenti suppliche a Dio Padre per i vescovi e i sacerdoti infedeli

Durante la Santa Messa del mattino, odo nel mio cuore:

 

"Mia diletta anima, scrivi."

 

(pausa significativa)

 

"Vengo stamani a chiedere, con le Lacrime sanguigne negli occhi Miei celesti, ai Miei amati figlioli che vivono in Grazia di Dio, di innalzare preghiere e suppliche ardenti a Dio, Mio dolce Padre, per tutti quegli uomini che fanno parte del Mio clero cattolico, e che però si sono, e non da un giorno, traviati dietro le voglie carnali e contro natura."

 

(pausa)

 

"Chiedo preghiere a voi, o figli Miei diletti, o anime che siete membra vive nella Mia santa Chiesa Cattolica; a voi, che siete tralci vivi della Mia vera vigna, poiché: molti di questi vescovi e presbiteri, se proseguiranno così malamente, avranno come loro eterno destino l'Inferno."

 

(pausa significativa)

 

"Sabrina, va' in pace ... Amen".

 

Il santo dettato si conclude durante il canto del Sanctus.

 

Locuzioni interiori ricevute il 28 agosto 2018, memoria liturgica di Sant'Agostino, in chiesa.

 

 


Comments