2010-08-22 Messaggio di richiesta di rinuncia alla televisione e alle relazioni illecite

“Io sono Cristo. Amen.”

 

(pausa)

 

“O eletta, Io sono Cristo, il tuo Dio. Amen.”

 

(pausa)

 

“PrestaMi, ancora una volta, la tua mano ed il della tua libera volontà, amen, affinché Io – Gesù Buono, amen – possa, ancora una volta, tramite te, o eletta Mia anima …, rivolgerMi alle Mie care – e preziose – anime. Amen.”

 

(pausa)

 

“Io, oggi, voglio dir loro: figli cari! Non amate né il mondo, né le cose del mondo, perché se uno ama il mondo del male e le sue cose ed opere, amen – ASCOLTATEMI BENE – allora L’AMORE DEL PADRE MIO CELESTE E DIVINO NON PUO’ PERMANERE IN LUI – o in lei, amen (riferimento a I Giovanni 2,15).”

 

(pausa)

 

“Quante volte, voi, o cari, e voi, eletti sacerdoti, Mi chiedete grazie!... Ora – in un modo che può sembrare paradossale, amen – stamani, Io chiedo a voi una grazia – e cioè un dono al Mio Cuore Sacrosanto e buono al sommo: Miei cari, figli Miei e, o voi, Miei sacerdoti della Chiesa Cattolica Apostolica e Romana; e, o voi, Mie vittime a Me sacre e consolanti, amen: SPEGNETE LA TELEVISIONE. AMEN.”

 

(pausa significativa)

 

“Questa più che una rinuncia di sacrificio – e cioè a qualcosa di valido e buono, amen – è una rinuncia al peccato, amen, poiché ormai da quella che Io, più volte, avevo già definito “maledetta televisione”, amen, per il 99% non si propaga altro che male sotto varie forme: erotismo esasperato, violenza, notizie false e mendaci, pilotate, amen; poiché i “registi” di quel mondo – che perlopiù sono tutta gente votata a satana, il Nemico, amen – hanno ben interesse acciocché voi - o Mio popolo della Chiesa ed i cittadini in generale -, affinché voi siate un popolo di “addormentati”; gente acritica che “segue l’onda” senza fare – per ogni cosa, sacra e profana (rifrazione interiore: anche se nel Cristo Gesù, Uomo Dio, ogni realtà umana buona sul piano naturale  è stata resa sacra: degna di essere presentata ed offerta alla Santissima Trinità  come sacrificio di soave profumo. In senso stretto, per il cristiano non esiste più cosa “profana”. Cioè: “… sia che mangiate sia che beviate sia che facciate qualsiasi altra cosa,  fate tutto per la gloria di Dio” – riferimento a I Corinzi 10,31), amen – un santo e saggio discernimento interiore. Amen.”

 

(pausa)

 

“Oggi Io vi chiedo: spegnete la televisione.

Dedicate il tempo alla preghiera, al silenzio; e andate in mezzo alla natura … figli cari, più il vostro cuore sarà purificato dalle scorie dei gravi peccati precedentemente commessi, amen, e più voi potrete incontrare Me, Dio Creatore, nella natura che vi circonda.”

 

“Uomo, l’ho fatta PER TE, questa terra, questa bella creazione … amen.”

 

“Figli cari, figlie Mie: di cuore benedico tutti voi che, andando controcorrente, accoglierete questo Mio invito a volgervi alle cose di Lassù. CredeteMi, Io non vi inganno – Io sono Gesù Buono, amen -: esse sole contano per voi, poiché siete qui sulla terra solo di passaggio; siete come un piccolo fiore che Io ora voglio coltivare per farne poi un fiore stupendo – trasumanato - Lassù, nel Mio Cielo. Amen.”

 

(pausa significativa)

 

“Un’ultima Mia parola per coloro – uomini e donne, giovani e vecchi – che in questi mesi hanno scoperto e leggono il Mio Sito, amen, e che si trovano – e magari anche da lungo tempo – implicati in relazioni affettive e sentimentali illecite e disordinate, amen: vi chiedo, con Cuore supplicante solo per il vostro bene: figli cari, figlie Mie: PREGATE IL MIO SPIRITO SANTO PARACLITO – IL CONSOLATORE E IL VERO FORTE, AMEN – AFFINCHE’ PRESTO VI SIA CONCESSA LA FORTEZZA NECESSARIA PER INTERROMPERE QUALSIASI RELAZIONE ILLECITA; POICHE’ NON MERITA, O MIEI CARI, PERDERE IL REGNO ETERNO PER AMORE DISORDINATO AD UNA CREATURA UMANA CHE PASSA … AMEN.”

 

“Il Cristo”.

 

 

Locuzioni interiori ricevute domenica 22 agosto 2010, durante un’adorazione al Santissimo Sacramento.

 

 

Comments